Anziani di ritorno da Medjugorje vengono arrestati “il pulmino risulta rubato”

Erano partiti in pellegrinaggio per Medjugorje otto anziani di Fagarè di San Biagio di Callalta in provincia di Treviso, con un pulmino preso a noleggio. Tutto bene sino a quando, durante il viaggio di ritorno, la polizia della dogana tra Bosnia e Croazia, durante un’ispezione, ha bloccato la comitiva intimandola di seguirla in caserma.

Qui gli otto anziani sono stati privati dei loro documenti e condotti in carcere dove sono rimasti per ben 15 ore, senza poter comunicare con nessuno e bevendo solo dell’acqua.

Motivo dell’arresto è stato il loro pulmino che risultava  rubato. Infatti il mezzo nel 2015 era stato rubato al proprietario in Italia e poi portato in Montenegro. Intercettato poi dall’Interpol fu restituito al proprietario con la raccomandazione di cambiare il numero di telaio in quanto in Montenegro era stato reimmatricolato. Cosa che però il proprietario ha dimenticato di fare.

Quindi una volta nel paese straniero, la polizia croata ha pensato bene di sequestrare il mezzo, in quanto risultava rubato.

I pellegrini intanto, dopo che la polizia croata ha contattato la procura di Treviso, sono stati liberati e scortati da un poliziotto croato fino al confine riportandoli su suolo italiano e mettendo così fine a questo increscioso episodio.

 

Segui tutte le news su Telegram iscrivendoti al seguente Canale: https://t.me/globochannel
Se vuoi seguire tutti gli aggiornamenti, puoi cliccare un "MI PIACE" sulla Pagina di Globo Channel: