Il buco dell’ozono si chiuderà entro il 2080

Scoperto nel 1985 al Polo Sud da Jonathan Shanklin, è stato da sempre una minaccia per l’ecosistema terrestre e precisiamo, non c’è affatto da cullarsi con questa notizia perche quello del buco nell’ozono ancora oggi un problema, ma la novità è che a quanto pare entro il 2080 sparirà grazie al bando dei prodotti cfc dell’ONU. L’ozono è quello strato di gas presente nell’atmosfera terrestre che ci protegge dai forti raggi solari, dalla scoperta del buco dell’ozono il numero dei casi di cancro alla pelle aumentò segno di un enorme problema sia per l’ambiente che per gli esseri umani. “Al momento osserviamo una riduzione della velocità di assotigliamento dell’ozono. Credo che ci vorranno altri 25 anni prima che lo strato inizi a crescere di nuovo”. Dicono gli esperti. Secondo i calcoli entro il 2080 il buco potrebbe facilmente sparire del tutto tornando alla sua fase iniziale risalente al 1950.

- Prosegue dopo la pubblicità -