A Microsoft non piaceva il titolo “Halo”

O meglio, non riteneva il titolo del videogame “Halo” un nome intuitivo dal punto di vista commerciale da dare alla neonata creatura targata Microsoft/Bungie che da li in poco tempo avrebbe spopolato sulla prima storica xbox donando alla console dell’azienda fondata da Bill Gates quel tocco magico che ha poi contribuito all’entrata della suddetta console nel mercato globale dei videogames. Pare che all’epoca (stiamo parlando pressappoco del 2000 – 2001) Bungie avesse più volte precisato a Microsoft che il nome del videogame fosse semplicemente “Halo” ma Microsoft cominciò ad odiare questo titolo riuscendo ad inserire nel titolo finale il sottotitolo “Combat Evolved”, scatenando così una sorta di “braccio di ferro” tra Bungie e Microsoft   “tutti in Bungie lo odiavamo” ha detto Jaime Griesemer di Bungie, mentre Microsoft “odiava” il titolo “Halo”.  Da questa vecchia avventura ora ufficialmente dichiarata si evince che in pratica Bungie, pur non sicura al 100% del successo del gioco aveva già una precisa “ideologia artistica” in fatto di sviluppo della storia e quindi anche del titolo stesso, Microsoft invece ne uscì un pò in contrasto considerando di fatto che i titoli successivi della saga non hanno avuto bisogno di sottotitoli intuitivi  (Combat Evolved) più scontati rispetto ad un titolo decisamente innovativo (Halo) che si rivelò tale anche dal punto di vista dei giocatori.

Popular

Gli archeologi egiziani hanno portato alla luce un tempio funerario di 4.200 anni per una regina e 50 bare in un’antica città dei morti

Per millenni, gli antichi egizi furono sepolti in pozzi funerari sotto Saqqara, una città dei morti nel deserto a sud dell'attuale Cairo: Ma gli egiziani...

La pista ciclabile coperta da pannelli solari nel mezzo di un’autostrada sudcoreana di cui tutti parlano

In Corea del Sud esiste una pista ciclabile solare che protegge i ciclisti dal sole e allo stesso tempo genera energia solare . La...

Inquinanti dannosi e polveri sottili dall’asfalto colpito dal Sole secondo l’Università di Yale

L'asfalto è una sostanza quasi onnipresente - si trova nelle strade, sui tetti e nei vialetti - ma le sue emissioni chimiche raramente figurano...

“Morti calano dell’80% con vitamina D” – Università di Padova, Verona e CNR confermano

Team di ricercatori-che vede coinvolte le Università di Parma, di Verona e gli Istituti di Ricerca CNR di Reggio Calabria e Pisa -guidato dal...