Cile: scoperto un “cimitero” di balene preistoriche


Nord del Cile: un team di paleontologi ha portato alla luce un vero e proprio “cimitero” di balene risalente a 7000 mila anni fa. Si tratta di 80 resti fossili ritrovati in una zona situata fuori dalla città portuale di Caldera, a nord di Santiago. Giovanni Vega, il gestore del sito, ha detto che la dimensione della scoperta ha superato tutte le loro aspettative.
“In 15 giorni, abbiamo ritrovato quasi 15 balene. E ‘stata davvero una sorpresa”, afferma Vega. Il team ha accuratamente estratto gli antichi resti dal sito dal mese di maggio. Il Capo paleontologo Marion Suarez afferma che “La scoperta delle balene è una scoperta di importanza globale. Non c’è mai stato un ritrovamento di queste dimensioni o diversità in qualsiasi parte del mondo, che è una delle parti molto speciali della regione di Atacama”. Le balene ritrovate sono antichi parenti delle balene di oggi e risalgono al periodo del Miocene e Pliocene. Considerando la conservazione degli scheletri fossili, la scoperta è la più grande nel suo genere, almeno per quanto riguarda le scoperte paleontologiche di balene fossili in Sud America. Accanto ai resti delle antiche balene, i paleontologi hanno ritrovato anche resti fossili di squali, delfini e foche.

Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.