Tracce di una tribù sconosciuta in Paraguay

LIMA: funzionari del Paraguay hanno confermato che una tribù sconosciuta vive in una sezione della vasta foresta del paese Chaco. Il gruppo, soprannominato “tribù nascosta” dalle autorità del Paraguay, si pensa appartenga alla cultura Ayoreo Totobiegosode, molti dei cui membri sono stati cacciati delle foreste dal disboscamento e per l’allevamento del bestiame. L’Agenzia del Paraguay per gli affari indigeni, chiamata INDI, aveva trovato le prime prove della presenza della tribù sconosciuta analizzando alcune orme, i rami spezzati e dei fori scavati per catturare tartarughe, nei pressi di un ranch. “Abbiamo potuto verificare alcune tracce che rivelano la presenza umana in questo luogo e probabilmente si tratta di Ayoreo, che si trovano in una situazione di isolamento volontario”, afferma Oscar Ayala Amarilla, dell’INDI. Al di fuori di Papua Nuova Guinea, l’America del Sud ospita ancora la più grande concentrazione di tribù indigene che praticano uno stile di vita tradizionale in un isolamento dal mondo moderno. A livello mondiale, tuttavia, il loro numero è in rapido declino. Un video che parla degli Ayoreo:

- Prosegue dopo la pubblicità -

La maggior parte di loro si trovano in zone remote del Rio delle Amazzoni. Ma alcuni ancora rimangono nel Chaco, una pianura enorme di foresta tropicale secca tra Argentina, Bolivia e Paraguay, e dove gli Ayoreo hanno vissuto per migliaia di anni. Ma negli ultimi anni, l’allevamento da parte delle imprese paraguaiane e brasiliane, nonché della comunità mennonita grande del Paraguay – ha compromesso la conservazione dell’area. A causa della loro mancanza di esposizione precedente, gruppi indigeni più isolati, compreso gli Ayoreo, hanno poca o nessuna immunità ad una serie di infezioni comuni, dal raffreddore al morbillo, che possono rapidamente spazzare via intere tribù dopo il primo contatto con l’esterno. Oltre alle epidemie, nei primi contatti con le tribù indigene vi sono stati anche episodi di violenza, gli indigeni terrorizzati rispondono in modo aggressivo a quello che sono, per loro, le intrusioni da parte di strani individui. Sotto la Convenzione dell’ILO (International Labour Organization) il trattato 169 sui popoli indigeni e tribali, (che il Paraguay ha firmato e ratificato), è illegale il primo contatto con tali gruppi, a meno che non sia la tribù stessa ad avviare il processo.

- Prosegue dopo la pubblicità -
Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.