Nuovo fossile riscrive la storia dei pesci: il celacanto “Rebellatrix”

Andrew Wendruff e il Professore Emerito Mark Wilson, entrambi della University of Alberta, il 2 maggio 2012, hanno pubblicato la loro scoperta di una nuova specie di fossile di celacanto sul numero del Journal of Vertebrate Paleontology, che è stato segnalato poi dal sito web Eureka Alert lo stesso giorno. Il celacanto appena scoperto è stato chiamato Rebellatrix. Il nome si traduce in “ribellarsi”. Il nome vuole indicare alle incredibili differenze che questo campione di 240 milioni di anni ha rispetto ad altri campioni di celacanto fossili e ai celacanti che vivono attualmente. La coda biforcuta del Rebellatrix , assieme al lungo “piede” diviso in tre, fa dedurre che il pesce fosse un predatore aggressivo in grado di nuotare molto velocemente: un ramo evolutivo diverso da tutte le altre specie di celacanto fossili scoperti fino ad oggi. I fossili di Rebellatrix sono stati trovati nelle Montagne Rocciose vicino a Tumbler Ridge, British Columbia. Tutti i fossili di celacanto scoperti in precedenza avevano corpi tarchiati, pinne e code che indicano un lento movimento, a differenza del recente scoperta del Rebellatrix. Rebellatrix era un prodotto dell’adattamento evolutivo del celacanto che si estinse durante l’estinzione di massa avvenuta 250 milioni di anni fa. Gli adattamenti che hanno prodotto Rebellatrix non erano sufficienti per consentire a questa specie di competere con altre specie e sopravvivere per un lungo periodo di tempo. Ad oggi, non nuove forme successive di celacanto relative al Rebellatrix sono state trovate in campo o negli annali della storia fossile. Questa scoperta elimina la teoria che i celacanti fossero evolutivamente “stagnanti” nel corso dei loro 410 milioni di anni di storia evolutiva. L’ormai famoso celacanto si presumeva estinto fino a quando nel 1938 una popolazione superstite fu trovata nel a largo delle coste dell’Africa. Un video dal canale YouTube ARKive con protagonisti dei moderni celacanti (Latimeria chalumnae):

Forse non tutti sanno che nel 1997, Arnaz e Mark Erdmann, durante la loro luna di miele nel mercato di Manado Tua sull’isola di Sulawesi, scoprirono una variante di celacanto dal colore diverso (marrone e non blu come Latimeria chalumnae) che fu quindi classificato con una nuova specie chiamata Latimeria menadoensis.

- Prosegue dopo la pubblicità -
Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.