Trovato per la prima volta sangue di mammut, gli scienziati: “lo cloneremo”

il mammut con sangue conservato trovato nelle isole  NovosibirskGli scienziati affermano di aver trovato del sangue e tessuto muscolare di un mammut siberiano perfettamente conservato nel ghiaccio.

Il sangue era gocciolato fuori dal gigantesco animale in una capsula di ghiaccio naturale e rappresenta una scoperta da sogno per i ricercatori.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Ora la squadra russa di Yakutsk che ha fatto la ricerca, sta lavorando in partnership con scienziati sud coreani che stanno attivamente cercando di riportare il mammut in vita.

- Prosegue dopo la pubblicità -

La scoperta è stata fatta a temperature di 10C meno sulle nuove isole della Siberia – o isole Novosibirsk, al largo della costa della Repubblica di Sakha.

sangue di mammut“Siamo rimasti veramente sorpresi di trovare il sangue di mammut e tessuto muscolare’, ha detto Semyon Grigoriev, direttore del Museo del Mammut dell’Istituto di Ecologia Applicata del Nord presso l’Università della North Eastern federale.

- Prosegue dopo la pubblicità -

“E’ la prima volta siamo riusciti a ottenere il sangue di mammut. Nessuno ha mai visto prima come scorre il sangue del mammut”.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Ha spiegato: “L’età approssimativa di questo animale è di circa 10.000 anni. È stato conservato grazie alle particolari condizioni, dovute al fatto che essa non ha sbrinamento e poi congela nuovamente”.

“Supponiamo che il mammut sia caduto in acqua o rimasto impantanato in una palude, non riusciva a liberarsi ed è morto. A causa di questo fatto la parte inferiore del corpo, compresa la mascella inferiore, e tessuti lingua, si sono conservati molto bene.

- Prosegue dopo la pubblicità -

“La parte superiore del tronco e due delle gambe, che erano nel terreno, sono state rosicchiate dai predatori preistorici e moderni e sono quasi sparite.”

Nonostante questo, si pensa che possa trattarsi del mammut più conservato scoperto nella storia della paleontologia.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Gli scienziati hanno anche analizzato i denti dell’animale e sono giunti alla conclusione che il mammut aveva tra i 50 e i 60 anni di età.

“Certo, abbiamo tutti sentito le storie, che la popolazione indigena del nord hanno trovato carne di mammut congelato e alimentato i loro cani con essa. Tuttavia, anche se questo è realmente accaduto, non ci sono indizi rimasti”.

- Prosegue dopo la pubblicità -

“Speriamo che almeno una cellula vivente del mammut possa essersi conservata, anche se le probabilità sono basse”.

“Eppure è una grande fortuna che il sangue si sia conservato e abbiamo intenzione di studiarlo con attenzione”.
muscoli di mammutPer ora il sospetto è che il sangue di mammut contenga una sorta di anti-gelo naturale.

- Prosegue dopo la pubblicità -

“Nel 2010, i ricercatori canadesi hanno confrontato il DNA di mammut e il suo parente più prossimo l’elefante indiano. Si è scoperto che l’emoglobina del mammut rilasciava ossigeno molto più facilmente in temperature fredde.”

Con la recente scoperta del mammut con il sangue conservato “abbiamo preso tutti i possibili campioni: campioni di sangue, i vasi sanguigni, ghiandole, tessuti molli, in una parola – tutto quello che potevamo”.

“Per fortuna che avevamo preso con noi il protettivo speciale per il sangue”.

- Prosegue dopo la pubblicità -

“Abbiamo deciso che prendendo l’intera carcassa in elicottero a Yakutsk sarebbe molto pericoloso e che potremmo perdere materiale prezioso a causa dello sbrinamento. Non abbiamo preso il rischio, e abbiamo spostato il resto della carcassa – pesa circa una tonnellata – dalle isole alla terraferma mettendolo in una ghiacciaia”.

“Alla fine di luglio – primi di agosto, abbiamo in programma di andare lì con i nostri colleghi stranieri per ulteriori ricerche”.

Notizia su:
http://siberiantimes.com/science/casestudy/news/exclusive-the-first-pictures-of-blood-from-a-10000-year-old-siberian-woolly-mammoth/

Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.