Press "Enter" to skip to content

Sospetta carne umana negli hamburger di manzo

hamburgerInghilterra: l’azienda “HorseMeat Banquet”, produttrice di cibi d’asporto molto consumati nel Paese, ha ordinato l’apertura di un’inchiesta scoprendo qualcosa di spaventoso: all’interno dei cibi è stata trovata “carne non identificata“, forse di cane, ma, si sospetta, anche di umano.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Il fatto che un’azienda produttrice abbia fatto aprire un’inchiesta di questo tipo la dice lunga su come siano creati i cibi preparati a base di carne. Basti pensare alla dura realtà dei cibi come hamburgher e wrustel, che molto spesso, (per non dire praticamente sempre) risultano composti da elementi organici di scarto e frattaglie. Ancora più macabra è la notizia della preparazione con animali triturati vivi. I pulcini maschi, ad esempio, fanno molto spesso questa fine perché ritenuti “inutili” dalle industrie della carne e delle uova.

- Prosegue dopo la pubblicità -

In passato, alcuni studi realizzati sempre dalla HorseMeat Banquet dimostrarono che negli hamburger di manzo, vi erano solo traccie di sangue di bovini, mentre la restante composizione riguardava un composto artificiale realizzato con sangue di pollo e frattaglie non identificate.

- Prosegue dopo la pubblicità -

La carne umana in prodotti per umani è davvero un elemento sconcertante. Ma dopotutto non è nemmeno poi tanto difficile da immaginare che alcune aziende siano state in grado di prelevare carne umana da (evidentemente) persone già morte in precedenza (non vogliamo immaginarci altre ipotesi più macabre e sconcertanti). Del resto è anche nota la triste storia del mercato nero degli organi umani.

Oltre all’illegalità della cosa (in molti paesi del mondo il cannibalismo è illegale), si teme anche per la salute dei consumatori. A parte il discorso generale della carne come causa principale di alcuni tipi di cancro e malattie cardiache negli esseri umani, sappiamo che l’utilizzo di farine animali per sfamarne altri porta poi a spaventose ed inaspettate malattie nel bestiame. Primo esempio da ricordare, il caso della mucca pazza.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Nonostante questo, il 16 gennaio 2013, l’Unione Europea autorizza, a partire dal mese di giugno, l’utilizzo di farine animali provenienti dagli scarti di macellazione, denominate Pat (proteine animali trasformate) nei mangimi dei pesci di allevamento ma anche nell’allevamento suinicolo, avicolo oltre ittico (rimane al momento proibito l’utilizzo negli allevamenti di bovini e ovini, in quel caso viene considerato un atto di cannibalismo.

Ma se nei bovini queste farine hanno causato queste malattie, l’eventuale utilizzo illegale di carne umana nei prodotti per umani cosa potrebbe causare?

Ma è mai possibile che queste aziende non siano in grado di sapere in anticipo quale sia la natura dei loro prodotti? E’ forse questa la testimonianza più spaventosa di aziende che mirano solo ed esclusivamente al profitto ignorando i controlli sanitari? Nel dubbio, se proprio dovete mangiare carne, converrebbe forse evitare di mangiare carne e prodotti provenienti da grosse industrie preferendo invece prodotti del territorio.

- Prosegue dopo la pubblicità -

http://www.independent.co.uk/arts-entertainment/tv/news/at-least-its-not-human-bbc-horsemeat-investigation-uncovers-unidentifiable-meat-in-lamb-takeaway-8551767.html

Leggi anche:

– Ricercatori confermano: “il consumo di carne rossa è legato alla morte precoce”

- Prosegue dopo la pubblicità -

– La maggior parte della carne di maiale è contaminata dal batterio Yersinia

- Prosegue dopo la pubblicità -
error: Non sei autorizzato a copiare questo materiale. Per richieste e/o chiarimenti puoi scriverci.