Francia: un progetto di legge per sanzionare i clienti delle prostitute

Parigi teatro di due manifestazioni andate in scena contemporaneamente. Una pro, in alto nello schermo, e l’altra, in basso, contro la legge che mira a sanzionare i clienti delle prostitute. Il testo, messo a punto dai socialisti e all’esame di un’Assemblea Nazionale quasi deserta, prevede un ammenda da 1500 euro che, in caso di recidiva, sale a 3750.

Secondo Nicole Ameline, deputato dell’UMP e presidente del comitato dell’ONU per la lotta contro la discriminazione delle donne la legge è necessaria: “Come si può agire? Certo, dobbiamo lottare contro le organizzazioni perché è la cosa più importante ma abbiamo anche bisogno di responsabilizzare le persone e questa legge rende le persone responsabili. È normale comprare il corpo di una donna?”

Seppur il progetto preveda il reinserimento e un sostegno per chi abbandona la professione più antica del mondo, c’è chi sostiene che una legge simile potrebbe spingere verso la clandestinità le prostitute.
“Sarò costretta – dice questa donna che non vuole farsi riconoscere – ad andare in un altro Paese, semplicemente. Per me la sola soluzione sarà quella di andare all’estero”.

- Prosegue dopo la pubblicità -

“È un male – aggiunge un uomo – necessario. La prostituzione è una valvola di sicurezza. Può prevenire stupri, omicidi, aggressioni sessuali, e, perché no, il divorzio. C’è anche una parte della popolazione che non ha una vita sessuale e senza prostitute cosa farà?”

- Prosegue dopo la pubblicità -
Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.