Nuovo algoritmo di Google punirà pagine di anti-scientifiche e teorie cospirative.

 googleUn dubbio sorge spontaneo: in base a quali informazioni “dettate” l’algoritmo sta agendo? In base a quali regole verrà deciso che un sito parla di “cospirazione” e l’altro fonte attendibile? Si rischia la censura sul web solo per una voce fuori dal coro o l’algoritmo sarà capace effettivamente di “punire” esclusivamente chi spara balle ad utenti creduloni?

Attualmente, il motore di ricerca Google classifica i siti web in base alla loro popolarità,  principalmente sui pettegolezzi su siti famosi e teorie del complotto. Tuttavia, questo è destinato a cambiare: l’azienda sta sviluppando un programma in modo che i siti vengano elencati in base alla loro veridicità e saranno ordinati secondo la classifica.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Lo scienziato Hal Hodson, su New Scientist spiega che il software funziona accedendo ai siti web del database, che, per accordo unanime, è ritenuta ragionevole e, pertanto, si trovano nei risultati migliori, mentre le pagine contenenti informazioni contraddittorie saranno posizionati alla fine.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Anthony Watts, fondatore del sito Watts Up With That, ha detto durante un’intervista a Fox News, che la sua situazione è preoccupante perché la maggior parte del suo traffico è generato da Google.

Lite è il nome del nuovo algoritmo, che già è in corso stabilendo una verità di ranking basato sulla conoscenza, i risultati devono essere priorità sulla base delle informazioni mediche. Ora, a medici e specialisti in medicina veterinaria sarà data la priorità in questa ricerca. In caso contrario, per esempio, la pubblicità sui vaccini non compare nei primi risultati della ricerca sul termine “morbillo”.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.