Triton: il generatore di energia che sfrutta le oscillazioni nell’oceano per il 15% della domanda globale

Triton-il-generatore-di-energia-che-sfrutta-le-oscillazioni-nell'oceano-per-il-15-per-cento-della-domanda-globaleL’umanità è ossessionata con il mare. Forse è perché si tratta di un ambiente non facilmente accessibile, come lo spazio. O forse è perché ci sentiamo piccoli alla sua vista, quando lo guardiamo dalla costa. Ma l’unica cosa innegabile è che l’oceano è potente – molto più potente di una singola persona.

L’umanità potrebbe presto beneficiare della grande potenza del mare sfruttando la stessa con un nuovo dispositivo chiamato “Triton”, e con oltre 332.519 mila miglia cubiche (ovvero 1,385,999,652.41 chilometri cubi) di acqua dell’oceano, si può scommettere che c’è molta energia in movimento là fuori sotto forma di onde.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Per sfruttare tutto questo potenziale di energia, i ricercatori dell’Oscilla Power  – una società di energia rinnovabile con sede negli USA – ha progettato un dispositivo galleggiante contenente una serie di generatori sulla parte superiore della superficie dell’oceano. Il tutto è tenuto in posizione da cavi sottomarini.

- Prosegue dopo la pubblicità -

“Come le onde interagiscono con il dispositivo, vi è una polarità magnetica alternata creata nel metallo che viene utilizzata per generare elettricità,riferisce Meagan Parrish per ChemInfo.

Il team spiega che la Triton non utilizzerà alcuna parte in movimento per raccogliere l’energia, il che lo rende perfetto per l’utilizzo in oceano dove le onde sono ben diverse da quelle costiere.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Infatti, i ricercatori contano sul movimento del dispositivo, perché questo è fondamentalmente nel generare energia. Appena posizionato, l’energia viene catturata “con l’uso di attacchi flessibili, attivati ​​da una piastra a sussulto asimmetrica, Triton cattura unicamente energia dal tiro, pece, ondeggio e moti di rollio”.

- Prosegue dopo la pubblicità -

In questo momento, il Triton è in fase di sperimentazione su piccola scala per assicurare il coretto funzionamento della sua gestione attraverso i grandi spintoni che riceverà nel vero oceano. Anche se è ancora molto presto, i rapporti indicano che se la squadra è riuscita nel suo design, Triton potrebbe fornire fino a un terzo della potenza americana e circa il 15 per cento della domanda globale. Un VIDEO:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Il team sostiene che ognuno ogni singolo Triton potrebbe  produrre 600kW di potenza, mentre la famiglia media negli Stati Uniti consuma circa 911kWh (1.26kW) ogni mese. Si tratta di circa 500 case con una singola unità, paragonabile al lavoro di un’intera turbina eolica .

Una notevole quantità di energia. L’unica domanda è se il dispositivo sarà in grado di raggiungere l’obiettivo sperato. Dita incrociate.

- Prosegue dopo la pubblicità -
Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.