I francesi non si arrendono alla riforma del lavoro: sciopero illimitato di treni e benzinai contro il Jobs Act

Manifestazioni, blocco dei camion, violenza in strada. Tutto ciò non è bastato. Il governo non si arrende, ma nemmeno i francesi che, secondo un sondaggio, sarebbero al 74% contrari a questa riforma. Adesso i pendolari annunciano uno sciopero “illimitato” dei treni contro il Jobs Act. Come riporta Euronews, da martedì sera la lotta sindacale contro la riforma del lavoro è passata nel campo dei trasporti pubblici ed è oggi, mercoledì, il primo giorno in cui gli effetti saranno percepibili per gli utenti: 6 TGV su 10 in circolazione, peggio per la rete metropolitana RER con 4 viaggi su 10 assicurati e soltanto la metà dei treni regionali.

A livello nazionale proseguono anche i blocchi delle raffinerie, dove lo Stato è costretto a inviare le forze dell’ordine per riaprire i rifornimenti di benzina. François Hollande ha ribadito che la legge non sarà ritirata. VIDEO:

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -
Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.