Uomo lascia il lavoro per dedicarsi alla permacultura – “la società prende soltanto, in natura c’è uno scambio”

Uomo-lascia-il-lavoro-per-dedicarsi-alla-permacultura-Andrew Martin ha abbandonato il frenetico mondo del lavoro per vivere una vita più semplice e sostenibile, in equilibrio con la natura. Lui e sua moglie Beth hanno acquistato cinque acri a Bay of Plenty, una regione sulla costa settentrionale dell’Isola del Nord della Nuova Zelanda, e hanno cominciato a crescere una permacultura in una fattoria. In soli tre anni si è trasformata in un’oasi lussureggiante con un orto, alberi da frutto, un laghetto e gli habitat della fauna selvatica. La sua storia è stata recentemente descritta come “il primo segmento del Living the Change , una serie di film documentario di accadere Films”.

Il percorso di permacultura per Martin è cominciato nel 2007, dopo aver visto il documentario “A Crude Awakening: The Oil Crash“, sul picco del petrolio e l’esaurimento delle risorse. Il suo interesse per la sostenibilità ha continuato a crescere portandolo a condurre ulteriori ricerche sull’energia e sulle questioni ambientali, continuando a vedere la permacultura come una soluzione olistica di approccio frammentato, mettendo da parte l’ambiente artificiale della società moderna. VIDEO:

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -

Andrea e i vicini di casa di Beth dicono che ancora non riescono a credere alla quantità di animali ed uccelli che il progetto permacultura attira, che Martin attribuisce al fatto che consista nel lasciare che ecosistemi prosperino in proprio piuttosto che cercare di controllare la natura.

permacultura4

- Prosegue dopo la pubblicità -

Il consiglio di Martin è quello di iniziare a far crescere il cibo per conto suo. “Una volta che ci si impegna con passione crescente vivendo la natura, allora le cose cominciano ad accadere. E ‘come un fiore. Si inizia a crescere, sempre più grande. A quel punto esso conduce a qualcos’altro “, dice Martin. Oltre alle centinaia di alberi da frutto piantati, il giardino ospita cavoli, spinaci, zucchine e altro ancora, uova dal pollaio, l’uva del vitigno e altri commestibili organici dalla fattoria.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Martin sostiene che: “Questo stile di vita di lavorare sul terreno e fare permacultura risulta più gratificante. Le società moderne mirano solo a prendere, prendere e prendere. Con questo tipo di stile di vita, invece, mi sento associato ad esso a lungo termine. Sto ricevendo e offrendo qualcosa in cambio. “

Via Treehugger

- Prosegue dopo la pubblicità -
Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.