Anche gli alberi hanno la loro “internet”: una rete di comunicazione con “accenti” variabili a livello regionale fatta di funghi

piante-alberi-bosco-forestaIn un nuovo libro, “The Hidden Life of Trees”, l’autore sostiene che gli alberi parlino tra di loro . Ma è veramente cosi? La semplice risposta è che le piante certamente si scambiano informazioni tra loro e con altri organismi come gli insetti. Pensate ai profumi sprigionati dall’erba appena tagliata o alla salvia schiacciata.

Alcune delle sostanze chimiche che compongono questi aromi fornisce ad altre piante informazioni utili per preparare attacchi o per evocare insetti predatori per difenderli. Questi odori suggestivi potrebbero essere visti come grida di avvertimento o richieste di aiuto. Quando le piante sono danneggiate da infezioni o vengono mangiate, rilasciano una gamma di molecole volatili nell’aria circostante. Dopo l’esposizione ad alcuni di questi prodotti chimici, le piante vicine della stessa specie e anche altre specie diventano meno vulnerabili agli attacchi, ad esempio presentando tossine o sostanze che rendono loro difficili da digerire.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Questi cambiamenti di solito non accadono subito, ma i geni necessari si accendono molto più velocemente quando sono necessari. Ci sono anche prove che le sostanze chimiche rilasciate dalle piante in un luogo particolare, sono leggermente diverse da quelle rilasciate altrove dalla stessa specie. Di conseguenza, sembra che se le piante comunichino, persino con lingue o ad accenti variabili a livello regionale.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Quindi le piante parlano tra loro? In realtà non è chiaro se una pianta, rilasciando sostanze chimiche, intende trasmettere informazioni ad un altra pianta. Ciò che è certo è che queste rispondono alle sostanze chimiche rilasciate. Ma se le cipolle rilasciano le loro sostanze durante la frittura questo non significa che le cipolle stiano cercando di comunicarci qualcosa. Quindi, questi in realtà sono da considerarsi messaggi o solo l’uso opportunistico delle informazioni chimiche per l’ambiente?

Sembra più probabile che questi siano nati non come un modo per inviare informazioni ad altri alberi ma per ottenere messaggi rapidi ed efficienti ad altre parti della stessa pianta. I parassiti o le infezioni spesso saltano da un ramo di un albero a quelli più vicini ad esso.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Ma un avvertimento di pericolo attraverso i rami per preparare un imminente attacco potrebbe sfruttare la maggior parte del percorso attraverso l’albero e quindi eseguendo il backup qualora il messaggio necessiti di spostarsi attraverso il corpo della pianta. Questo potrebbe essere un viaggio di decine di metri in un albero alto. Un segnale che può viaggiare attraverso l’aria, nel frattempo, può andare direttamente ai rami vicini all’attacco. Una conseguenza di questi segnali volatili, tuttavia, è che essi possono essere ‘intercettati‘ con un qualsiasi impianto chimico. Così, quando gli altri alberi rispondono anche rafforzando le loro difese, si tratta del risultato di comunicazioni ed intercettazioni?

- Prosegue dopo la pubblicità -

Forse entrambe le cose. Forse un sistema di messaggistica interna è diventato nel tempo una forma co-optata per aiutare le piante abbastanza vicine ad ‘ascoltare‘ come per essere correlate alla struttura dell’albero inviando cosi il messaggio in un classico esempio di evolutiva selezione di parentela.

Tuttavia, rilasciando sostanze chimiche nell’ambiente, altre piante e organismi possono trarre vantaggio. A volte questi “messaggi” chimici sono in grado di attrarre i parassiti. L’odore della salvia schiacciata non protegge dagli esseri umani, per esempio … piuttosto il contrarioUna rete di comunicazione sotterranea – Non tutti i trasferimenti di informazioni tra piante giungono attraverso l’aria. La stragrande maggioranza delle piante vive in rapporti simbiotici con i funghi del suolo.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Tendiamo a pensare ai funghi di bosco come esseri viventi sul suolo, ma questi spuntano solo dopo la riproduzione sessuale. Il vero fungo è un tappeto di cellule allungate e diffuse attraverso il suolo della foresta. Gli alberi forniscono ai funghi lo zucchero ed i funghi aiutano l’albero a raccogliere l’acqua e le sostanze nutritive del suolo. Molte piante possono essere unite a livello sotterraneo dalle cellule dello stesso fungo.

A volte, quando una pianta subisce un danno, altre piante ad essa collegate, attraverso i loro funghi del suolo riescono a proteggersi i contro futuri attacchi, mentre altre piante altrettanto vicine che non sono “innestate” non lo fanno. Questa rete fungina è un altro vettore di informazioni, una vera e propria rete internet delle piante. Ma chi controlla questa rete? I messaggi vengono inoltrati dal fungo e le informazioni vengono trasmesse ad una pianta che provvederà a sua volta a trasmetterle ad altre piante. Il fungo aiuta le piante a comunicare, ma può farlo per i propri scopi, il che potrebbe includere preferenzialmente aiuti ai suoi migliori produttori, sia che questi siano legati all’albero che ha ricevuto il messaggio o ad altre piante.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Le informazioni destinate per la “famiglia” e gli “amici” possono finire per essere trasmesse a terzi estranei al profitto del portatore del messaggio. In questo modo, i funghi è un po ‘come una società di social media , vengono ascoltati anche da altri “utenti” che beneficiano delle sue informazioni. Tornando alla questione se questa possa o meno essere definita una vera e propria forma di comunicazione, pensare che gli alberi siano simili a noi potrebbe forse distrarci dalla loro vera natura. Ciò che risulta simile è la conseguenza a queste forme di comunicazione: i prodotti chimici arrivano a modificare le loro scelte. Tutto ciò, in realtà, svela molti più aspetti nascosti negli umani che non in quelli delle piante. (Stuart Thompson, Senior Lecturer in pianta Biochimica, Università di Westminster ). A segnalarci la notizia anche alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina https://www.facebook.com/GloboChanneldotcom/ è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/globochannel).

Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.