Fuso lo specchio convesso più grande al mondo

Nella fucina del telescopio più estremo di sempre, l’ELT, l’Extremely Large Telescope, ha appena preso forma uno specchio da record. È lo specchio secondario, in gergo astronomico M2: quello verso il quale la superficie riflettente primaria da 39 metri farà convergere i fotoni proveniente dai meandri più remoti del cosmo. Uno specchio secondario, dicevamo, ma con dimensioni monstre: i suoi 4.2 metri di diametro fanno invidia alla maggior parte degli specchi primari dei telescopi oggi sparsi nel mondo.

Per realizzarne il substrato grezzo, tecnici e ingegneri della società alla quale è stata affidata l’impresa, la tedesca Schott, hanno dovuto fondere 3 tonnellate e mezzo di vetroceramica Zerodur. Ora inizia la lunga fase di raffreddamento e lavorazione, che richiederà oltre un anno e dovrà raggiungere un livello di precisione tale da far tremare i polsi. Se lo specchio è enorme, l’errore massimo consentito per la sua curvatura è infatti dannatamente piccolo: appena 15 milionesimi di millimetro.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Servizio di Marco Malaspina

- Prosegue dopo la pubblicità -


MediaInaf Tv è il canale YouTube di Media Inaf(http://www.media.inaf.it/)


Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.