Come costruire una piscina a basso costo riciclando nove pallet in legno

Quando si raggiungono le alte temperature estive, non c’è da meravigliarsi che molti cercano di raffreddamento in una piscina. Questo lusso, quindi cercato durante la stagione calda, può essere vostro con questo progetto creato da Torben Jung , un uomo residente in Svezia che per primo ha avuto un’idea vincente per risolvere problemi di caldo e al contempo economici: costruire una piscina con i comuni pallet in legno. Ciò di cui avremo bisogno per la nostra piscina economica ma funzionante, sostanzialmente, saranno infatti i  attrezzi in legno comunemente utilizzati in svariati ambienti lavorativi e al contempo tanta voglia di creare.  Passiamo alle fasi del progetto:

1. Nel progetto originale, Torben ha cominciato con un progetto che prevedeva l’utilizzo di  con nove pallet posti in verticale e poi coperti da un telone ma in realtà vi sarà possibile progettare la piscina come preferite. Con ciascun pallet disposta la forma e dimensioni desiderate.

 

2. Quindi collegare tutti i pallet in legno (le stecche possono essere riciclate, come nel caso di Torben) e fissatele con dei chiodi per bloccare saldamente la parte superiore di ciascun pallet, dove si toccano. Per fornire sostegno supplementare, unite il tutto nello stesso modo delle cuciture laterali. Rafforzate quindi la struttura con un avvolgimento di cinghie per carichi pesanti:

 

3. Il passo successivo sarà quello di coprire tutto l’interno della tela con soffici asciugamani e coperte per attenuare i bordi inferiori; modificando a vostro piacimento la base della piscina per la comodità di chi farà il bagno:

 

4. Prestate particolare attenzione per coprire i bordi della struttura, poiché angoli e spigoli zoccoli possono causare strappi della tela e la rottura della stessa. Per questo la cosa migliore sarà quello di evitare di mantenere parti particolarmente tese.

5. Una volta che le coperte e teloni saranno alloggiate in modo permanente, Torben Jung le ha fissate con del nastro adesivo, assicurando solidità alla struttura.

6. Infine: la rifinitura. Come si vede nell’immagine, Jung ha creato un involucro esterno con bordi in legno e bambù per scopi estetici. Si può fare come lui, che ha levigato il legno per evitare schegge superiori e ha unito al resto della struttura per inchiodare il resto dei pallet, garantendo anche che la fodera in tela sarà fissata nel mezzo.

Infine, non dovrete far altro che godervi la vostra nuova creazione ed evitare colpi di calore: