Rischio di cancro su persone sposate e persone single: i risultati delle differenze statistiche in un nuovo studio

Gli uomini sposati potrebbero avere meno rischi di ammalarsi di una patologia neoplastica rispetto a chi vive solo (ma che spesso vive più a lungo delle persone sposate). Sembra quasi uno scherzo di cattivo gusto, eppure nessuna fake news: sarebbe la conclusione dei ricercatori autori di uno studio condotto da studiosi specializzati negli Stati Uniti d’America.

 

- Prosegue dopo la pubblicità -

Gli uomini pare debbano ringraziare i propri partner perché il matrimonio può anche migliorare la loro sopravvivenza dal cancro della vescica. In uno studio condotto presso l’Università della Carolina del Nord, i ricercatori hanno esaminato 202 tra pazienti sposati e non sposati che sono stati sottoposti a cistectomia per il cancro della vescica e hanno preso in considerazione l’impatto dello stato civile su risultati demografici, perioperatori e patologici.

- Prosegue dopo la pubblicità -

 

I ricercatori hanno scoperto che su 202 pazienti, il 74 per cento erano sposati e questi individui sposati sembravano avere migliorate le variabili di laboratorio preoperatorio, con soggiorni più brevi in ospedale e miglioramenti più considerevoli per quanto riguarda i risultati patologici rispetto ai pazienti non sposati nello studio. La conclusione dello studio è che il matrimonio, pur potendo risultare stressante e particolarmente impegnativo per la psiche umana, consente di apportare un effetto psicosociale positivo nell’uomo, aumentando il sistema immunitario del corpo. Tuttavia sarà necessario per i ricercatori effettuare ulteriori ricerche per approfondire sulla delicata tematica. Gli studi sono tutt’ora in corso presso la Harvard Medical School.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Un altro studio mette invece in guarda le donne single: la National Sleep Foundation, la privazione del sonno può avere un impatto molto negativo sulla salute e sulla felicità di un individuo ed è stata associata ad un aumento del rischio di malattie croniche , come ad esempio l’ipertensione, il diabete, la depressione, l’obesità e alcuni tipi di cancro. La mancanza di sonno è diventata una minaccia per la salute pubblica come riportato da un altro studio recente, pubblicato nella rivista PLOS Medicine, che suggerisce come la privazione del sonno possa rivelarsi un fattore di rischio per la morte prematura. A rischio sarebbero gli uomini ma soprattutto le donne molto impegnate a livello lavorativo. La soluzione sarebbe quindi, a prescindere , dalla questione sentimentale, di garantire un corretto stile di vita basato sul benessere psicofisico e sul riposo.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Un terzo studio dimostrerebbe che essere sposati aumenterebbe le probabilità di sopravvivenza sia per gli per uomini che per le donne con il cancro al colon in ogni fase della malattia.

I pazienti sposati hanno avuto un rischio di morte inferiore del 14% secondo i ricercatori del Penn State College of Medicine e dell’Università Brigham Young. Quella stima si basa sull’analisi di 127.753 pazienti.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Con modalità di studio simili a quelle effettuate anche su altri tipi di cancro, i ricercatori hanno scoperto che alle persone sposate sono state diagnosticate le patologie in stadi precedenti del cancro del colon e hanno cercato un trattamento più aggressivo. I ricercatori hanno preso in considerazione questi e altri fattori prima di calcolare il vantaggio del matrimonio sulle probabilità di sopravvivenza.

“Il controllo sul cancro rilevato è stato fondamentale”, ha dichiarato Sven Wilson, coautore di studio e professore presso l’Università Brigham Young“Senza questo, è difficile sapere se l’analisi sta appena raccogliendo un effetto di diagnosi”.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Il cancro del colon è il quarto tipo più comune di cancro negli Stati Uniti e colpisce indipendentemente dal sesso sia uomini che donne. Curiosamente, il beneficio matrimoniale visto nel nuovo studio era quasi identico sia per i soggetti di genere femminile che per quelli di genere maschile.

Allora, cosa sta guidando i diversi tassi di sopravvivenza? Il matrimonio è un gruppo auto-selezionato e Wilson è attento a notare che il processo di selezione rende difficile risolvere la causa principale. Un’idea intuitiva è che i coniugi servano come un importante “veicolo” informale in un momento critico e che il sostegno supplementare possa tradursi in una migliore gestione della malattia e quindi di risultati migliori.

- Prosegue dopo la pubblicità -

La rivista Cancer Epidemiology ha pubblicato il nuovo studio in linea prima della sua pubblicazione di stampa. Li Wang del Penn State è l’autore principale. La laureata di BYU, Chris Hollenbeak, che è ora membro di facoltà presso il College of Medicine di Penn State, è anche coautrice dell’ultimo studio da noi menzionato in questo articolo.

Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.