“Multe da 250 a 1500 euro alla cooperativa se il migrante chiede l’elemosina” – l’ordinanza che fa discutere

E’ stata firmata ieri l’ordinanza che farà discutere, e non poco, in tutta Italia. Per volere del primo cittadino di Borgosesia, Paolo Tiramani, infatti, se un migrante ospitato in città verrà pizzicato a chiedere l’elemosina, non dovrà essere lui a pagare la multa. Ma la cooperativa che lo ospita. Consderata “colpevole” di non aver vigilato.

Paolo Tiramani, sindaco leghita, è stufo di vedere migranti fare accattonaggio fuori da supermercati. E così ha deciso di porre un rimedio. Un argine. La sanzione che verrà recapitata alla coop potrà variare tra i 250 euro e i 1500 euro, oltre ad una segnalazione al prefetto. Il motivo di questa ordinanza è semplice: visto che lo Stato paga fior di quattrini alle cooperative dell’accoglienza per organizzare corsi di italiano, di integrazione lavorativa e pure ludico-sportivi, se i migranti si ritrovano sulla strada a chiedere l’elemosina c’è qualcosa che non ha funzionato nel sistema dell’accoglienza. E così chi ne è responsabile deve pagare.

- Prosegue dopo la pubblicità -

La posizione di Tiramani è dura: “Siamo stufi di vedere profughi che ci costano 35 euro al giorno – dice a Repubblica – chiedere l’elemosina davanti ai supermercati di Borgosesia e di altri centri valsesiani, oppure nei mercati. Significa che le cooperative che dovrebbero gestirli dormono, anziché impegnarli nei progetti in cui dovrebbero. Quindi è giusto multare loro. In questi mesiho ricevuto parecchie segnalazioni da cittadini che lamentano l’incremento della presenza di persone dedite all’accattonaggio nel territorio comunale. Quotidianamente viene appurato che le persone che mendicano in prossimità di supermercati, sono ospiti presso strutture di accoglienza di comuni limitrofi appositamente impegnate nella gestione degli immigrati e pertanto il verbale di accertamento e contestazione della sanzione pecuniaria sarà inviato anche al responsabile“.

- Prosegue dopo la pubblicità -
Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.