UE vuole vietare kebab turco: “fosfati nocivi per la salute” – tremano aziende di tutta Europa

Un cambiamento nelle regole dell’Unione europea potrebbe vedere vietare completamente i doner kebab in tutto il continente, facendo arrabbiare i takeaway e gli amanti del fast food. Il legislatore dell’Unione europea si sta muovendo per vietare i fosfati usati nelle lastre di carne al centro dello spuntino popolare che ha avuto origine in Turchia.

I venditori di kebab up-in-arms in Germania hanno trafitto l’idea. I legislatori europei citano problemi di salute basati su studi che collegano i fosfati alle malattie cardiovascolari.  I proprietari di ristoranti da asporto e gruppi industriali sostengono che gli additivi sono necessari per mantenere succosa e saporita la carne di kebab stagionato, sia durante il trasporto che nelle rotonde al dettaglio verticali dove viene cotta.

Le salsicce contenenti fosfati possono essere vendute nei paesi dell’UE e non subirebbero alcun provvedimento rispetto alla carne di kebab. La disparità ha spinto alcuni venditori a sospettare una forma di “discriminazione delle attività” elaborata deliberatamente per svantaggiare le imprese di proprietà turca.

“Stanno cercando modi per danneggiare le imprese turche qui”, ha affermato Baris Donmez, proprietario di un bistrot kebab aperto 24 ore al giorno nel quartiere Mitte di Berlino. ‘Tale divieto sarebbe il più grande mucchio di spazzatura immaginabile.’

Il problema del kebab è emerso quando la Commissione europea ha proposto di autorizzare ufficialmente l’uso di fosfati nell’agnello, nel montone, nella carne di manzo o di vitello utilizzata per preparare lo spiedo. Alcune altre carni avevano precedentemente ricevuto tale autorizzazione.

La proposta si è trovata in difficoltà nel Parlamento europeo all’inizio di questa settimana, quando la sua commissione per la salute ha votato a favore del provvedimento con 32 soggetti a favore contro i 22 in opposizione. Sulla base di studi sulla salute più recenti, i legislatori hanno espresso preoccupazione sul fatto che ritagliare una porzione totale per la carne di kebab potrebbe evitare gli europei a sottoporsi maggior rischio di malattie cardiache.

Un rifiuto da parte del Parlamento, quando si riunirà in due settimane, rimanderebbe la proposta alla Commissione – e manterrà il possente kebab indugiare nel limbo. Solo la minaccia di eventuali modifiche al piatto amato – in Europa, la carne rasata di kebab viene solitamente ripiena in pane pita con lattuga sminuzzata, pomodori, cipolle e uno, o più, condimenti – titoli fatti in Germania, dove il doner kebab è il ritardo grub notturno di scelta.

“Se il Parlamento europeo ci riuscisse, sarebbe la condanna a morte per l’intera industria del doner kebab nell’Unione europea”, ha detto Kenan Koyuncu, dell’Associazione tedesca dei produttori di Doner Kebab, al quotidiano tedesco Bild.

Renate Sommer, membro del partito conservatore del Cancelliere tedesco Angela Merkel al Parlamento europeo, ha scritto su Facebook che “un divieto dell’aggiunta di fosfato sarebbe la fine della produzione di donatori e porterebbe alla perdita di migliaia di posti di lavoro”.

Secondo il quotidiano Frankfurter Rundschau ci sono circa 16.000 ristoranti doner in Germania e 3 milioni di piatti vengono lanciati giornalmente. Decine di migliaia di persone sono impiegate nell’industria multimiliardaria (dollaro). Il sandwich al doner è in effetti una recente interpretazione europea del classico degli arrosti turchi che è stato introdotto in Germania dagli immigrati dalla Turchia. Negli ultimi anni la varietà “doner di Berlino” si è diffusa anche a Londra e New York.

Promosso da tale popolarità, Donmez è convinto che il divieto della sostanza chimica nella carne di kebab non sarà mai implementato in Germania. “I tedeschi amano doner,” disse, guardando la lunga fila di clienti del pranzo al suo ristorante Rosenthaler Grill und Schlemmerbuffet. ‘Nessuno lo porterà via da loro’.