“Sembra un’anatra ma è un dinosauro” – la scoperta sorprende gli scienziati

Ha un becco d’anatra. Un collo di cigno. E cammina come un pinguino. Ed è un dinosauro. Sembra un po ‘strano? Non preoccuparti, i paleontologi condividono la tua confusione. Un progetto di ricerca, pubblicato questa settimana sulla rivista Nature, getta una luce sul bizzarro halszkaraptor – un dinosauro così inusuale che gli scienziati lo considerano il rappresentante di una nuova specie.

Quello che è molto speciale a questo proposito è che sembra molto strano. Non assomiglia a nessun altro dinosauro che sappiamo finora,” ha dichiarato a The Guardian  Vincent Fernandez, un paleontologo presso l’European Synchrotron Radiation Facility e co-autore dello studio.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Dalle dimensioni di un’oca, il dinosauro vantava una lunga coda, un collo curvo ed elegante e un becco simile a quello di un’anatra. Mentre questo potrebbe sembrare tutto un uccello per te, il halszkaraptor è considerato non-aviario. È anche un cugino stretto del famoso velociraptor del periodo Cretaceo. Inoltre, ci sono alcuni pezzi decisamente dinosauri – come artigli affilati come rasoi e denti di coccodrillo.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Ma questo dinosauro è più della somma delle sue parti di uccello acciottolate. Per prima cosa, i ricercatori suggeriscono che quando vagava sulla Terra circa 75 milioni di anni fa, la creatura era ugualmente a suo agio in acqua come a terra.

- Prosegue dopo la pubblicità -

“Altri dinosauri, come spinosaurs, sono stati suggeriti per essere opportunisti pesci mangiatori, ma questa è la prima volta abbiamo un dinosauro che è anche bird-like, con un lungo collo e stile di vita acquatica,” il coautore dello studio Andrea Cau ha detto Cosmos Magazine . “Usare gli arti anteriori per manovrare in acqua è una novità tra i dinosauri [non-aviaria]”.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Anche il modo in cui i paleontologi hanno ritrovato i resti fossilizzati è un po ‘non convenzionale. I bracconieri li hanno trovati per la prima volta, incastonati nella pietra, nel deserto del Gobi in Mongolia – una desolata terra desolata che un tempo ospitava acqua fluente e brulicante di vita. Proprio il tipo di posto in cui un ibrido di anatra-pinguino-cigno poteva sentirsi a casa!

Da lì, il fossile sembra sia finito in diverse collezioni private fino a quando un commerciante di fossili di nome François Escuillié lo acquistò rispedendolo in Mongolia.  È lì che gli scienziati hanno finalmente avuto la possibilità di accendere il sincrotrone – uno scanner potente che utilizza un acceleratore di particelle per stimolare gli elettroni a velocità sorprendenti – e scavare profondamente nella pietra che ospita ancora i resti della creatura.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Sono riusciti a creare una scansione dettagliata ad alta risoluzione, ricostruendo virtualmente lo scheletro della creatura. Ma questo dinosauro ha molto altro da dare. I ricercatori stanno ancora studiando le montagne di dati dalla scansione. “Sono abbastanza sicuro che non tutti i segreti di questo dinosauro siano stati ancora rivelati”, ha spiegato Cau a Cosmos. La foto dello scheletro ritrovato:

- Prosegue dopo la pubblicità -

L’animale rappresenta quindi una nuova sottofamiglia, quella dei halszkaraptorines, e il loro posizionamento tra gli altri dromaeosauridi. I membri appena fondati di questa sottofamiglia includono il già citato  Halszkaraptor escuilliei , l’ omnogova Mahakala simile ma incompleta  , e le frammentarie Hulsanpes perlei , conosciute solo da un piede e da una scatola cranica  parziale. Tutti questi taxa sembrano essere dalla Mongolia interna (anche se nota che  Halszkaraptor ‘s la posizione esatta di origine è sconosciuta) , ma c’è materiale frammentario di quello che potrebbe essere più  esemplari dal Canada . La natura incompleta di  Mahakala e  Hulsanpes rende difficile capire se hanno tutti gli stessi adattamenti acquatici di  Halszkaraptor , ma quello che sappiamo di loro è che sono  dinosauri di corpo basso e a gamba lunga con arti anteriori corti. Mahakala potrebbe anche preservare una simile morfologia simile a un paddle della zampa anteriore, ma è difficile dirlo senza altro materiale.

I dromaeosauridae tradizionali sono costituiti da tre gruppi: le nenlagiinae dai lati sottili e dalle lunghe gambe dei continenti meridionali; le microraptorine alari di piccole dimensioni, alquanto piccole; e gli eudromeosaurine  macropredirali estremamente popolari (che si dividono ulteriormente in velociraptorine e dromaeosaurine). Gli alszkaraptorini sono alla base di tutti gli altri gruppi come i dromaeosauridi che si innalzano più presto, e quindi alcune parti della loro anatomia potrebbero essere un esempio decente di come appariva il dromaeosauride ancestrale. Ma ecco la cosa: mentre vi spostate da loro sull’albero più vicino agli eudromaeosauri, emerge uno schema interessante.
Secondo questa filogenesi, i dromaeosauridi iniziano come taxa dalle braccia corte e dalle gambe lunghe, qualcosa di simile alle cicogne terrestri, e presumibilmente si nutrono di piccoli oggetti da preda come pesci e piccoli vertebrati prima di sviluppare arti anteriori più lunghi, zampe più corte e teschi di boxe. I due gruppi basmidi,  halszkaraptorines  e unenlagiines, entrambi mostrano adattamenti per l’alimentazione acquatica, e ancora più in alto l’albero  Microraptor mostra prove dirette del consumo di pesce. Quindi tre delle quattro principali divisioni dei dromaeosauridi mostrano prove di piscivory.
Questo suggerirebbe che tutti i dromaeosauridi provenivano da un antenato piscivoro o simile a una cicogna? Non ero l’unica persona a suggerire questo, come alcuni dei miei amici sono giunti a una conclusione simile dopo aver letto il documento. Se questo è il caso, cosa significa questo per i modelli evolutivi, in particolare per quanto riguarda l’origine degli uccelli e del volo, come l’ipotesi di non-chiarezza?  Un corpo dalle gambe lunghe e dalle braccia corte è ancestrale ai paraviani? I troodontidi hanno anche questo tipo di bodyplan e sono persino più vicini agli uccelli nelle più recenti filogenesi. Se i dromaeosauridi non-eudromaeosauriani si impegnano in un vasto consumo di pesce, allora il passaggio agli  eudromaeosauri essere un passaggio dal consumo di pesce alla macropredutazione, simile a quello che si vede in alcuni uccelli e mammiferi marini? Certamente ci sono molte prospettive interessanti per pensare ad andare avanti.
Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.