Perché gli umani hanno perso il loro osso del pene

Nonostante i termini gergali che implicano il contrario, il pene umano non contiene ossa. Lo stesso non si può dire per molti dei nostri più stretti parenti evolutivi: gli scimpanzé e i bonobo hanno entrambe le ossa del pene (è raffigurato un macaco), noto anche come bacula. Per scoprire perché alcuni primati presentano questa caratteristica mentre altri no, i ricercatori hanno tracciato la storia evolutiva dell’osso nel tempo. Il baculum prima si è evoluto tra i 145 milioni e 95 milioni di anni fa, i rapporti del team online di oggi nei  Proceedings della Royal Society B .

Ciò significa che era presente nel più recente antenato comune di tutti i primati e carnivori. Perché alcuni discendenti, come gli umani, hanno perso il loro bacula sembra essere dovuto a differenze nelle pratiche di accoppiamento: Nei primati, la presenza di un osso del pene era strettamente correlata alla maggiore durata dell’intromissione , ovvero per quanto tempo il pene penetra nella vagina durante il rapporto.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Tempi di intromissione più lunghi si verificano spesso nelle specie con pratiche di accoppiamento poligame – dove più maschi si accoppiano con più femmine – come si vede nei bonobo e scimpanzé, ma non negli umani.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Questo sistema crea un’intensa competizione per la fecondazione, e un modo per i maschi di ridurre l’accesso di una femmina ad altri compagni è passare più tempo a fare sesso con lei. L’osso del pene facilita questo sostenendo il pene durante il sesso e mantenendo l’uretra aperta. A segnalarci la notizia anche alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina https://www.facebook.com/GloboChanneldotcom/ è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/globochannel).

Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.