Il governo americano ammette infine che la cannabis uccide il cancro!

Il governo degli Stati Uniti non vuole che tu sappia, né le aziende farmaceutiche lo vogliono, ma le prove sono emerse e sono diventate conosciute in tutto il mondo: la cannabis uccide le cellule cancerogene. La cannabis è stata conosciuta come antidolorifica per il dolore e lo stress, e ci sono state molte voci sui suoi benefici.

- Prosegue dopo la pubblicità -

I dottori lo assicurano. Ma si scopre che ora sono stati fatti diversi test e i risultati che buttano fuori sono chiari.

- Prosegue dopo la pubblicità -
La cannabis uccide le cellule tumorali

Naturalmente, questo tipo di notizie non viene annunciato a causa dell’enorme quantità di denaro che ricevono le grandi aziende e che potrebbero perdere se questo dovesse emergere. La cannabis è una pianta che non costa nulla per crescere e raccogliere.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Il THC è il componente più grande della marijuana e ha componenti che uccidono il cancro. Il THC agisce attraverso i recettori cellulari chiamati recettori dei cannabinoidi, causando una risposta antitumorale.

Secondo i dati ottenuti, i test sono stati eseguiti su topi da laboratori con tumori umani. I test sono stati condotti in Spagna e hanno dimostrato che il THC elimina le cellule tumorali, questo processo è chiamato AUTOFAGIA.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Quando il THC viene somministrato a persone affette da cancro, l’autofagia entra in azione, i tumori si restringono e le cellule tumorali scompaiono. Anche se fino ad oggi non è stato possibile fare test sugli esseri umani e sono stati solo sperimentati nei topi, il National Cancer Institute non supporta questo risultato e afferma che i cannabinoidi non annullano i tumori.

Ad oggi, la cannabis è utilizzata in molti farmaci controllati e sebbene sia in qualche modo illegale, la medicina generale la utilizza in modo alternativo in alcuni pazienti che soffrono di malattie specifiche. Se si utilizza la cannabis per scopi medici, è necessario assicurarsi che si stia vedendo un guaritore alternativo stimabile e uno che è autorizzato a praticare nella cannabis. Sebbene ci sia ancora molta ricerca da fare, questa è una buona notizia per i malati di cancro. Leggi anche:

Per l’OMS la Marjuana medica non è una droga pericolosa: “utile contro cancro, sclerosi multipla, artrite reumatoide e depressione

- Prosegue dopo la pubblicità -