Bloccare i pensieri negativi: 4 chiavi per ripulire il tuo passato emotivo

- Prosegue dopo la pubblicità -

La nostra mente ha due componenti: uno conscio e un subconscio. Il primoè quello attivo durante tutto il tempo in cui siamo svegli. Ci consente di pensare, analizzare le informazioni, trarre conclusioni. Nel frattempo, il pensiero subconscio poggia appena sotto il pensiero cosciente e sembra non esserci. Tuttavia, è anche sempre attivo e funziona gestendo cose meccaniche. Il subconscio, per esempio, gestisce le funzioni vitali: nessuno potrebbe essere tutto il tempo consapevole di ogni cellula del vostro corpo.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Inoltre, il subconscio dirige le nostre azioni in base a idee prestabilite, a schemi concreti, per risparmiare sforzi . Le abitudini, per esempio, sono di stanza nel subconscio. Pertanto, qualcosa che diventa un’abitudine non è più difficile da eseguire: semplicemente, “viene fuori da solo”.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Il problema è che quegli schemi che fissano il nostro subconscio determinano anche l’immagine che abbiamo di noi stessi. Quell’immagine viene creata nei primi quattro anni di vita ed è molto difficile da modificare. La vita ha molte situazioni dolorose, che è impossibile evitare. La perdita, gli addii, la malattia … Ci saranno sempre momenti di dolore nella nostra vita.  Ma la sofferenza è un’altra cosa . La sofferenza è ciò che diventa parte di noi, a causa dell’incapacità di affrontare il dolore. Invece di affrontare le cose dolorose della nostra vita, spesso le nascondiamo: ma poi riappaiono, ancora e ancora, in forme diverse.

Quindi la sofferenza non è reale. Il passato non esiste e la sofferenza viene dal passato. In questo modo, il nostro passato condiziona il nostro presente ancora e ancora.  Ogni volta che reagisci in modo ricorrente a una situazione difficile, rispondi alle idee del passatoIdee incise col fuoco nel tuo subconscio, che quasi non ricordi ma che sono lì. Condizionare il tuo comportamento.

- Prosegue dopo la pubblicità -

L’unico modo per andare avanti e cambiare la tua vita, è rivedere il tuo passato emotivo e scoprire dove è che ti porta ad agire in quel modo. Cancellare il passato è il modo migliore per affrontare il futuro con forza e determinazione. Ci sono modi ed esercizi per purificare le tue emozioni subconscie e andare avanti. Questi sono quattro che possono servirti. Ma prima di tutto, dovresti avere in mente alcuni di quei modelli che vorresti cambiare. Identificarli è il primo passo necessario prima di iniziare a guarire.

1. Mente curiosa

- Prosegue dopo la pubblicità -

Il primo esercizio è guardare con curiosità quel modello di comportamento inconscio che ti blocca.  Per questo, la prima cosa che dovresti fare è cercare un posto comodo e rilassato dove sederti. Prova ad entrare in uno stato di rilassamento: è meglio ricorrere ad un respiro profondo.

Quindi, fai attenzione alla carica emotiva del tuo corpo in relazione all’area della tua vita che vuoi curare. Può essere furia alla testa, pressione al petto, tensione allo stomaco, ecc. Se non arriva immediatamente, immagina cosa succederebbe (l’immaginazione ha potere, non dimenticare).

Se nella tua mente c’è un sacco di pensieri, lasciali stare. Non prestare attenzione.  Focalizza la tua attenzione, invece, su questi sentimenti che generi che vuoi curare. Guardalo da tutti gli angoli, come qualcosa di completamente nuovo. Forse prima di quelle sensazioni ti indebolisci un po’o ti senti nervoso. Ogni persona vive in modo diverso, ma l’unica cosa importante è che tieni la tua attenzione sulla scoperta di ciò che sta accadendo. Guarda e scopri quelle emozioni finché non scompaiono completamente.  Una volta che lo fanno … non torneranno! Bene, lo avrai affrontato direttamente.

- Prosegue dopo la pubblicità -

2. Oggetto sacro

- Prosegue dopo la pubblicità -

Non tutti sono in grado di fare facilmente l’esercizio precedente. Alcune persone, di fronte a questo pesante fardello emotivo, finiscono per soccombere ad esso. Invece di affrontarlo, finiscono nell’angoscia.

Se pensi che questo possa accaderti, puoi provare questo: un oggetto sacro che ti viene in aiuto. Mentre sei in quello stato di rilassamento, di fronte allo schema del tuo subconscio, immagina un bel fiore o qualche oggetto sacro che incombe su di te. Deve essere grande e potente, e devi sentire la sua presenza; così come i suoi poteri curativi.  A questo punto, non devi fare nulla!  Lascia che l’oggetto sacro faccia il lavoro per te, eliminando ciò che hai bisogno di sradicare dalla tua mente.

3. Perdita di sé

Un altro esercizio che puoi provare, profondamente potente, è il seguente.
Mettiti in uno stato meditativo. Immagina di tornare indietro nel tempo, poco prima del tuo concepimento. Non hai un corpo e non sei altro che energia. Stai per essere concepito in un atto di assoluto amore incondizionato tra due persone che sono l’incarnazione di quell’amore.  Immergiti profondamente in questa esperienza. Ora cresci nel grembo materno e il tuo arrivo è tremendamente atteso da tutti. Le persone sono entusiaste del tuo arrivo nel mondo!

Immagina di essere nato tra le braccia di un padre perfetto. Può essere inventato o qualcuno che conosci. Senti l’amore che hai.  Quindi, immagina quel perfetto padre ti guarda negli occhi e dice, dal cuore:“E ‘il Non è colpa tua. E ‘ s non è colpa tua. Non sarà mai colpa tua” . Immergiti nell’esperienza del tutto. Non solo attraverso le parole, ma con l’impatto di tale amore incondizionato nella tua mente.  Non prendere il luce, perché può davvero generare un cambiamento nella tua mente

4. Perdono

Questa volta, pensa a qualcuno che hai bisogno di perdonare, potrebbe essere i tuoi genitori o qualcuno del tuo passato. Questo esercizio è quello di eliminare il rancore della tua vita. Una volta raggiunto ciò, sarai guarito.  Pensa a quella persona che devi perdonare e senti quale carico emotivo genera. Ora immagina te stesso solo da qualche parte: la foresta, la spiaggia o dove vuoi, Visualizza un bambino che cammina verso di te. Quel bambino rappresenta la persona che devi perdonare. È vulnerabile e innocente: è anche in balia della vita.  Prendi il bambino tra le tue braccia e digli la stessa cosa che hai detto prima nell’esercizio precedente: Non è colpa tua . Senti quelle parole profondamente dentro, finché il bambino non scompare nel cosmo.