Press "Enter" to skip to content

Le più grandi impronte di dinosauro al mondo scoperte in Scozia

Sono impronte di dinosauro appartenenti all’animale più grande che abbia mai vagato per il pianeta in Scozia. Dozzine di impronte fossili vecchi di 170 milioni di anni fa, appartenenti ai primi sauropodi, sono state dissotterrate in una laguna fangosa sull’isola di Skye. I sauropodi raggiungevano una lunghezza di almeno 49 piedi (15 metri) e pesavano più di 10 tonnellate. Sono state trovate anche impronte di teropodi – i “cugini più piccoli” del tirannosauro rex alti circa due metri.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Si pensa che siano i più antichi fossili di dinosauri mai trovati in Scozia. Un’altra serie di impronte era già stata trovata anche su Skye nel 2015, ma è leggermente più giovane e leggermente più piccola. I geologi dicono che i nuovi reperti sono importanti poiché le prove risalenti al periodo del Giurassico medio sono rare e pochi di questi siti fossili sono stati trovati in tutto il mondo.  La scoperta si aggiunge alla crescente evidenza che i rettili preistorici erano diffusi su Skye in un momento cruciale della loro evoluzione.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Le tracce dimostrano che i dinosauri vivevano in prossimità di acqua e sarebbe guadare attraverso antiche lagune di trovare cibo. Il dott. Steve Brusatte dell’Università di Edimburgo ha dichiarato: “È importante perché è un grande sito per i tracciati dei dinosauri, quelli sono piuttosto difficili da trovare. Dimostrano che sia i dinosauri vegetariani dal lungo collo che i carnivori si trovavano nello stesso sito e vivevano insieme, fianco a fianco.“Cattura un momento nel tempo 170 milioni di anni fa quando erano appena usciti da una laguna, vivendo sulla spiaggia, quando la Scozia era molto più calda e i dinosauri stavano iniziando la loro marcia verso il dominio globale”. Una delle impronte ritrovate dai ricercatori:

- Prosegue dopo la pubblicità -

“Le impronte dei sauropodi a collo lungo sono quasi delle dimensioni delle gomme di un’automobile, mentre quelle per i mangiatori di carne hanno all’incirca le dimensioni di una palla da basket“. Il Dr Brusatte ha aggiunto: “Più guardiamo sull’isola di Skye, più troviamo altre impronte di dinosauri”. I ricercatori hanno misurato, fotografato e analizzato circa 50 impronte in un’area di marea a Brothers ‘PointRubha nam Brathairean – un particolare promontorio sulla penisola Trotternish di Skye.

- Prosegue dopo la pubblicità -
error: Non sei autorizzato a copiare questo materiale. Per richieste e/o chiarimenti puoi scriverci.