Quando i cancerogeni sono nascosti nei vegetali

Il Guatemala, paese di vocazione agricola, dipende dalle colture agricole per il loro sostentamento familiare. La dieta dei suoi abitanti, soprattutto nelle zone rurali, si basa sul consumo di cereali come mais e fagioli. Tuttavia, il paese presenta cifre di malnutrizione molto elevate che portano allo sviluppo di altre malattie croniche e problemi nello sviluppo fisico e intellettuale delle persone.

L’UNICEF ha riferito che quattro su dieci bambini soffrono di malnutrizione cronica e che nelle zone rurali questa percentuale sale all’80 per cento (otto su dieci). Purtroppo, la mancanza di una dieta adeguata non è l’unico problema che condiziona la crescita e lo sviluppo dei guatemaltechi. Negli ultimi cinque anni, ricercatori nazionali e internazionali hanno chiarito la relazione tra la mancanza di crescita infantile e l’esposizione alle aflatossine. Per metterci in un contesto, le aflatossine sono composti chimici prodotti da muffe del genere Aspergillus che crescono in grani come mais e fagioli, nel fieno per il consumo animale e altri prodotti agricoli scarsamente conservati. La sua tossicità emerge dal suo alto potenziale cancerogeno e coloro che ne sono esposti tendono ad aumentare il rischio di cancro.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Le aflatossine sono metabolizzate nel fegato, dove producono altri composti attivi che interagiscono con le molecole di DNA e causano mutazioni che causano una divisione sproporzionata delle cellule, che rappresenta lo sviluppo del cancro in quanto tale. Queste tossine possono anche causare bassi livelli di assorbimento dei nutrienti, tra gli altri problemi di salute cronici. Gli studi pubblicati sul Journal of Cancer Research e Plos One  catalogano il Guatemala come uno dei paesi dell’America Latina con alti tassi di mortalità per cancro al fegato e altre malattie legate al consumo di aflatossine. Tuttavia, negli ultimi anni, è stato osservato che i bambini sotto i cinque anni sono i più esposti agli effetti avversi correlati all’esposizione aflatossina.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Anche se il meccanismo d’azione di questi composti nel ridurre la crescita infantile rimane poco chiaro, altri studi pubblicati su riviste scientifiche come l’ International Journal of Environmental Health Research , hanno scoperto che i bambini esposti a aflatossina, attraverso la loro dieta e l’interazione con materiale contaminato, presentano livelli di crescita piuttosto bassi, misurati in base all’altezza in relazione all’età. Nel 2013, il ricercatore Olga Torres con il sostegno della National Endowment for Science and Technology (FONACYT) e il Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti (USDA), quantificata la presenza di aflatossine nel mais, al fine di determinare l’influenza di questi sulla ritardo della crescita dei bambini in Guatemala. Lo studio ha rilevato quantità superiori a 300 volte i livelli accettati per il consumo umano.

Il Guatemala, nonostante sia un paese con un’enfasi agricola, ha un ritardo nei problemi di stoccaggio della produzione di cereali di base. Secondo il Ministero dell’agricoltura, dell’allevamento e dell’alimentazione (MAGA), solo il 15% dei produttori di cereali di base del paese immagazzina correttamente la propria produzione. Di conseguenza, la generazione di aflatossine è considerevole, ma con poche risorse e mancanza di attenzione da parte delle istituzioni governative è quasi impossibile attaccare il problema alla radice. La collaborazione tra enti governativi come i ministeri della sanità e dell’agricoltura è di primaria importanza nel tentativo di migliorare i modelli di stoccaggio dei cereali di base, nel monitorare i livelli di queste tossine e nel ridurre la probabilità di esposizione ad essi. Le tecniche di essiccazione sul campo e asciugatura meccanica hanno avuto successo nel ridurre la contaminazione da aflatossine in paesi come la Thailandia. Un’altra tecnica a Luci LED, forse più ambiziosa, fu menzionata da GloboChannel.com in un precedente articolo. Ciò indica che i mezzi per attaccare questo problema non provengono da un altro mondo, e se viene preso l’esempio di altre regioni del pianeta e viene favorita la formazione dei professionisti, le istituzioni governative hanno nelle loro mani la possibilità di ridurre questo problema.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Alla fine, è importante capire che il basso livello di sviluppo fisico e mentale dei bambini guatemaltechi ha implicazioni in altri aspetti della vita come la ritenzione inferiore della scuola e la produttività, basso quoziente intellettivo e alta probabilità di contrarre malattie. I bambini rappresentano uno dei più grandi beni, se non il più grande bene, di un paese. Sono le generazioni future che porteranno la loro produttività. Se lo sviluppo del Guatemala è veramente ricercato, i bambini devono essere trattati con priorità. Essendo un “paese in via di sviluppo” non solo rimane nella classificazione, ma lo sviluppo è veramente esplicito nella ricerca di un Guatemala migliore.  A segnalarci la notizia anche alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina https://www.facebook.com/GloboChanneldotcom/ è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/globochannel). (Fonte)

- Prosegue dopo la pubblicità -
Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.