Marte: trovate molecole organiche, ipotesi su antiche forme di vita ma “le prove non ci sono ancora”

Il rover di Curiosity Mars della NASA non ha trovato segni di vita aliena, ma uno dei suoi fratelli motorizzato potrebbe farlo tra qualche anno. Il 7 giugno 2018, gli scienziati della missione Curiosity hanno colpito il mondo con le affermazioni di due astrobiologi. Il rover, hanno annunciato, aveva  individuato molecole organiche  nelle antiche rocce del pianeta rosso e identificato un ciclo stagionale nella concentrazione di metano atmosferico, suggerendo che il gas fuoriuscisse dai serbatoi sotterranei. Questa è roba eccitante. I materiali organici sono gli elementi costitutivi della vita che contengono carbonio e circa il 95 percento del metano nell’aria della Terra viene emesso da microbi e altri organismi. Tuttavia,  nessuna delle due scoperte costituisce una prova di vita , dal momento che i membri del team di Curiosity hanno prestato attenzione a sottolineare ieri; i prodotti organici e il metano possono essere prodotti da processi geologici e l’origine della sostanza resta al momento sconosciuta.

- Prosegue dopo la pubblicità -

In realtà, Curiosity non è equipaggiato per identificare eventuali forme di vita: il suo obiettivo principale è determinare se Marte sia mai stato in grado di supportare i microbi. La missione del rover ha raggiunto questo obiettivo, dimostrando che il suo sito di atterraggio, il pavimento di un enorme cratere chiamato Gale, ospitava un sistema lago-e-flusso potenzialmente abitabile molto tempo fa. Ma le missioni su Marte in cerca di vita stanno arrivando, e presto. Nel 2020, la NASA intende lanciare un rover che cercherà sostanze organiche e cercherà le firme chimiche della vita nelle antiche rocce del pianeta rosso. Il  rover Mars 2020 , il cui corpo è basato pesantemente su quello di Curiosity, raccoglierà e memorizzerà i campioni per un eventuale ritorno sulla Terra, dove gli scienziati potrebbero scrutarli per qualsiasi prova di marziani nativi. (Quest’ultimo bit è speculativo, tuttavia, perché nessuna missione di recupero del campione è ufficialmente nei libri della NASA al momento.) Il rover ExoMars a guida europea   è in programma anche per il 2020. Anche questo veicolo è un cacciatore di vita, e impiegherà la ricerca in profondità, usando un trapano che può scavare circa 2 metri. (Come Curiosity, Mars 2020 userà un trapano che può perforare circa 2,5 pollici, o 6 centimetri, nella roccia.)

- Prosegue dopo la pubblicità -

“In questo modo, potrebbe allontanarsi dall’ambiente di radiazione [marziano], che può essere molto dannoso per le molecole organiche”, ha dichiarato Jennifer Eigenbrode, scienziata presso la Solar System Exploration Division del Goddard Space Flight Center della NASA a Greenbelt, nel Maryland. (Marte viene martellato dalle radiazioni solari e cosmiche, perché manca di un campo magnetico globale e ha un’atmosfera sottile).

- Prosegue dopo la pubblicità -

“ExoMars potrebbe anche imbattersi in cose che sono significativamente meglio conservate, [permettendole di sfogliare alcune informazioni sulla fonte”, ha detto a Space.com Eigenbrode, che ha guidato lo studio di rilevamento di sostanze organiche di Curiosity appena pubblicato. ExoMars potrebbe anche gettare luce sulle origini del metano del pianeta rosso, ha detto Chris Webster, che ha guidato il nuovo studio sul metano Curiosity. Il rover ExoMars sarà probabilmente in grado di caratterizzare il carbonio in molecole di metano, determinandone la quantità di carbonio-13, che contiene un altro neutrone nel suo nucleo rispetto a un atomo di carbonio-12 “normale”. (Una molecola di metano consiste in un singolo atomo di carbonio legato a quattro atomi di idrogeno).

“Anche con abbondanze di metano relativamente basse, dovrebbero essere in grado di ottenere il rapporto carbonio-13”, Webster, ricercatore senior presso il Jet Propulsion Laboratory della NASA a Pasadena, in California, ha dichiarato a Space.com, riferendosi al team di ExoMars. Tale rapporto sarà molto interessante per gli astrobiologi, perché il metano prodotto biologicamente qui sulla Terra è significativamente esaurito nel carbonio-13.  La missione del rover ExoMars è la seconda fase del programma ExoMars in due parti, a capo dell’Agenzia spaziale europea (ESA), con la Russia come partner principale. Anche la NASA è coinvolta; per esempio, l’agenzia spaziale americana sta fornendo componenti chiave per lo strumento principale di astrobiologia del rover, l’analizzatore di molecole organiche Mars. [ Foto: Europa ExoMars: missioni su Marte in immagini ]

- Prosegue dopo la pubblicità -

La prima fase di ExoMars ha lanciato il Trace Gas Orbiter (TGO) e un dimostrante di atterraggio chiamato Schiaparelli verso il pianeta rosso nel marzo 2016. Schiaparelli ha finito per schiantarsi sulla superficie di Marte, ma TGO è arrivato in sicurezza e recentemente si è  insediato nella sua orbita finale . Le misurazioni della sonda dovrebbero consentire ai ricercatori di creare mappe globali di metano e altri gas a bassa abbondanza nell’aria di Marte, hanno detto i funzionari dell’ESA. Queste mappe potrebbero aiutare a guidare le future attività di superficie di caccia in luoghi promettenti, ha detto Webster.

“La grande domanda è, vedranno pennacchi o chiazze o punte?” Webster ha detto. Se potessero dirci che esiste una regione di Marte da cui sembra provenire il metano, sarebbe enorme, ora possiamo dirigere le future missioni in quella direzione”. Nessuno sa, naturalmente, se i microbi o altri organismi abbiano mai  chiamato Marte a casa . Ma le scoperte di Curiosity sono motivo di ottimismo in questo senso, hanno detto i funzionari della NASA. “Con queste nuove scoperte, Mars ci sta dicendo di continuare il corso e continuare a cercare prove di vita”, ha detto in una dichiarazione Thomas Zurbuchen, amministratore associato per la direzione della missione scientifica presso la sede della NASA a Washington, DC  . “Sono fiducioso che le nostre missioni in corso e programmate sbloccheranno ancora più scoperte mozzafiato sul Pianeta Rosso.” A segnalarci la notizia anche alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina https://www.facebook.com/GloboChanneldotcom/ è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/globochannel).