Come gli astronauti inciampano sulla Luna: le cadute aiutano a studiare la gravità lunare – video

Abbiamo visto tutti filmati di astronauti che rimbalzano sulla Luna, sembra che stiano vivendo il momento migliore. Ma convincere il tuo corpo a cooperare a bassa gravità non è così facile – e, per fortuna, la NASA ha una collezione di uomini in tute spaziali gonfie che cadono sulla superficie lunare.  Neanche per le risate. La NASA ha realizzato resoconti dettagliati su tutte le volte in cui gli astronauti hanno perso il loro fondamento e ci sono buone ragioni scientifiche per questo. Per l’ Apollo 15 , l’obiettivo era studiare i tassi metabolici degli astronauti mentre attraversavano vari tipi di terreno sulla Luna – in salita, in discesa e in pianura. Per Apollo 16 , si trattava di valutare le differenze tra la destrezza e la locomozione sulla Terra e sulla Luna, per comprendere meglio la gravità lunare e come influenza il movimento sulla sulla superficie.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Parte della ragione per la goffaggine è che, mentre potresti pesare meno sulla Luna, la tua massa rimane la stessa – e quindi l’inerzia, che è la resistenza di un corpo a cambiamenti nel movimento ed è correlata alla massa, non al peso, rimane anche il stesso. Così un astronauta che si muove sulla Luna lo sta facendo in condizioni molto diverse rispetto a quello a cui è abituato – e questo, a sua volta, si traduce in alcuni ups-a-margherite. I ricercatori della NASA hanno fatto in modo che descrivessero queste cadute e perché ognuna di esse sia avvenuta, nel modo più accurato possibile. A proposito di una caduta di Apollo 15, in un rapporto si legge quanto segue:

- Prosegue dopo la pubblicità -

“[Il Comandante David Scott] inizia a spostarsi verso una nuova area mentre dà alla telecamera la lettura e riassume la descrizione dell’area. Fa un gruppo di frammenti di roccia e poi il suo piede destro fa un piccolo abbassamento e inizia a perdere la sua mentre cammina con il piede sinistro, scivola via da una piccola roccia e continua a scivolare sul terreno in superficie, mentre Scott cerca di riportare i piedi sotto il suo centro di gravità, Scott aumenta la sua velocità in avanti. Mani tese per spezzare la caduta, atterra sulla sua sinistra, rotola in senso antiorario e sulla sua schiena ed è quindi fuori dalla vista della telecamera “.

Il rapporto dell’Apollo 16 approfondisce un po ‘più l’analisi, abbattendo le cadute per chiarire la ragione della caduta, come è successo e come l’astronauta si è ripresa. Il pilota del modulo lunare Charles Duke cadde quando si fermò per raccogliere un paio di pinze  e, “così facendo, calpestò le pinze in modo che quando cercò di sollevarle perse l’equilibrio“. Anche il Comandante John Young è caduto mentre era impegnato a raccogliere oggetti – un pennello, una borsa da campionario – e altre cadute sono legate alla regolite lunare libera e asciutta, che rende difficile ottenere una buona trazione sulla superficie della Luna. In realtà sono tutte informazioni molto utili, specialmente perché gli umani potrebbero presto tornare sulla Luna. Rende anche un’esperienza video piacevole – e un piccolo motivo per essere contenti di non essere astronauti. Riesci a immaginare se i tuoi viaggi e le tue cadute fossero tutti su un record permanente della NASA? In realtà, ne sarebbe valsa la pena. Il video:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Questo articolo è stato scritto anche grazie al contributo di alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina https://www.facebook.com/GloboChanneldotcom/ è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/globochannel).

- Prosegue dopo la pubblicità -