Trovate microplastiche tossiche nel corpo umano “sono ovunque, anche nel cibo che mangiamo” – lo studio

Arrivano conferme scientifiche che anche gli esseri umani sono contaminati dalle microplastiche. Gli scienziati della Federal Environmental Agency (UBA) e della MedUni di Vienna hanno fatto ancora una volta una scoperta preoccupante. La ricerca di microplastiche nell’organismo umano ha avuto effettivamente successo.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Nello studio pilota sono stati esaminati otto volontari e sono state rilevate particelle microplastiche in tutte le persone. Secondo i ricercatori, è stata la prima volta che le microplastiche sono state rilevate negli esseri umani. A causa del numero limitato di soggetti, le correlazioni con il comportamento alimentare non è ancora stato confermato. Anche nel nostro cibo c’è la microplastica. Quasi 69.000 minuscole fibre di plastica vengono consumate da una persona media ogni anno. Insomma, la presenza di plastiche e microplastiche nell’organismo non può essere sottovalutata, per Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti” e può essere oggetto di un’attività preventiva e non solo di cura. Per arginare questi fenomeni e ridurre notevolmente la presenza di queste particelle più o meno grandi, occorrono politiche di buona gestione, attività di sensibilizzazione e azioni efficaci di prevenzione da operarsi complessivamente e con la massima urgenza da parte delle autorità.

- Prosegue dopo la pubblicità -

L’utilizzo della plastica è ancora fin troppo radicato nel mondo: come riportava un precedente articolo pubblicato su GloboChannel.com, ad esempio, entro il 2021 verranno prodotte 500 miliardi di bottiglie di plastica e quando queste vengono abbandonate, i loro componenti plastici finiscono nelle acque e anche nel nostro organismo.  La plastica sta anche distruggendo l’ecosistema naturale compromettendo la vita di milioni di animali marini, dai pesci alle tartarughe marine, passando per i cetacei.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Questo articolo è stato scritto anche grazie al contributo di alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina https://www.facebook.com/GloboChanneldotcom/ è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/globochannel).