Cancro e statura: perché le persone alte rischiano di più secondo uno studio scientifico

Le persone più alte possono sviluppare un rischio maggiore di cancro perché sono più grandi fisicamente e quindi hanno più cellule nei loro corpi in cui possono verificarsi pericolose mutazioni. Lo riporta una nuova ricerca. Un certo numero di studi ha precedentemente trovato un legame tra una statura elevata e un maggiore rischio di sviluppare qualche forma di cancro , con una ricerca che suggerisce che per ogni 10 cm di altezza all’interno del range tipico per l’uomo, il rischio aumenta di circa il 10%. Un legame simile è stato riscontrato anche nei cani, con razze più grandi che hanno un rischio maggiore di tali malattie. Gli scienziati hanno avanzato una serie di spiegazioni diverse per questo, incluso che alcuni ormoni della crescita potrebbero avere un ruolo sia in altezza che in cancro, o che fattori ambientali come la nutrizione o la malattia nell’infanzia potrebbero essere un fattore.

- Prosegue dopo la pubblicità -

“Una delle principali ipotesi era che qualcosa stava accadendo nella prima parte della vita che rendeva le tue cellule più suscettibili al cancro e, per inciso, causandoti di essere alte“, ha detto Leonard Nunney, professore di biologia all’University of California Riverside.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Ma ora Nunney dice che ha scricchiolato i numeri per mostrare che potrebbe essere ridotto ad una questione più semplice di dimensioni: le persone alte hanno semplicemente più celle in cui qualcosa può andare storto. Nunney ha detto che il suo lavoro , pubblicato negli Atti della Royal Society B, si basa sul modello fondamentale di come si sviluppa il cancro, in cui gli individui accumulano mutazioni nelle loro cellule (diverse dallo sperma o dagli ovuli) durante la loro vita: se un particolare insieme di mutazioni sorgono poi un certo cancro inizierà. La teoria suggerisce che avere più cellule, o più divisioni per cellula, aumenterebbe quindi il rischio di cancro.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Nunney ha confrontato il rischio generale di uomini e donne che sviluppano un cancro di qualsiasi tipo con altezza crescente, come rilevato da studi precedenti su grandi coorti, con quello che ci si potrebbe aspettare dai calcoli basati sul numero di cellule in un corpo. I risultati rivelano che le sue previsioni sono in sintonia con le osservazioni della vita reale, aumentando il rischio del 13% per le donne per ogni 10 cm di altezza in più rispetto al 12% delle osservazioni e un aumento del 11% previsto per gli uomini ogni 10 cm più alto rispetto con il 9% visto nella vita reale.

Complessivamente, è stato osservato un aumento del rischio di altezza per 18 dei 23 cancri considerati. Nunney dice che alcuni cancri potrebbero non aver mostrato alcun collegamento perché l’effetto dell’altezza era mascherato da altre concause come l’infezione da HPV per il cancro del collo dell’utero. Ciononostante, Nunney afferma che i risultati suggeriscono che il numero totale di cellule è importante. “Sia che derivi da una dieta migliore o dal fatto che i tuoi genitori siano alti non importa … è puramente un numero di cellule, tuttavia ciò avviene”, ha detto, anche se ammette che le differenze di altezza sembrano solo in parte spiegare perché gli uomini sono più a rischio di molti tumori rispetto alle donne.

- Prosegue dopo la pubblicità -

La ricerca ha anche suscitato alcune sorprese: ad esempio, il melanoma del cancro della pelle mostra un legame all’altezza molto più elevato del previsto – qualcosa che suggerisce Nunney potrebbe essere attribuito a persone più alte che hanno livelli leggermente più alti di un ormone della crescita chiamato IGF-1. Nunney ha detto che un leggero aumento del tasso di divisione cellulare, come risultato di livelli più elevati di IGF-1, potrebbe avere un effetto più forte su queste cellule rispetto ad altri tessuti, probabilmente perché il melanoma potrebbe richiedere un più ampio insieme di mutazioni per svilupparsi di altri tumori.

La professoressa Dorothy Bennett, direttore dell’Istituto di ricerca sulle scienze molecolari e cliniche presso la St George’s, Università di Londra, ha accolto favorevolmente la ricerca, anche se ha affermato che i calcoli di Nunney riguardavano una serie di ipotesi, tra cui l’aumento del rischio di cancro in proporzione diretta all’altezza degli adulti. Ma lei sosteneva che l’argomentazione era convincente: “Le semplificazioni sembrano ragionevoli, e quindi la conclusione dello studio principale probabilmente sarà la più supportata attualmente disponibile: vale a dire che per la maggior parte dei tipi di cancro, il numero di cellule può prevedere sufficientemente bene le relazioni numeriche tra altezza e cancro, senza necessità di suggerire ulteriori fattori.” Detto questo, Bennett ha detto che non vi era alcun ovvio motivo per cui il melanoma dovesse avere un legame particolarmente forte con l’altezza.

Georgina Hill, del Cancer Research UK, ha detto che le persone non dovrebbero preoccuparsi della loro statura. “Un numero di studi nel corso degli anni ha dimostrato che le persone più alte sembrano avere un rischio leggermente più elevato di cancro”, ha detto. “Ma il rischio aumentato è piccolo e c’è molto che puoi fare per ridurre il rischio di sviluppare il cancro, come non fumare e mantenere un peso sano”. (Fonte: www.theguardian.com). Questo articolo è stato scritto anche grazie al contributo di alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina https://www.facebook.com/GloboChanneldotcom/ è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/globochannel).

- Prosegue dopo la pubblicità -