Le retine per l’allevamento di cozze stanno uccidendo il mare, in Italia progetto per recuperarle e riciclarle – video

Le retine utilizzate per l’allevamento di cozze risultano molto diffuse ma, essendo fatte di una particolare plastica, anche altrettanto inquinanti. In diversi casi, questo materiale resta abbandonato sulle spiagge o nei fondali marini, dove può anche uccidere pesci, tartarughe e cetacei. Un fenomeno destinato ad aumentare se si pensa che in Italia ogni anno vengono consumate decine di migliaia di tonnellate di cozze. Risulta dunque indispensabile intervenire per effettuare operazioni di recupero.

Della delicata tematica ne ha parlato un servizio del Tg1 trasmesso nel mese di aprile del 2019. Nel corso del servizio giornalistico, sono state illustrate anche le potenzialità di riciclo di questo materiale attraverso un progetto guidato dall’ENEA. Il video:

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -

Questo articolo è stato scritto anche grazie al contributo di alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina https://www.facebook.com/GloboChanneldotcom/ è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/globochannel).

- Prosegue dopo la pubblicità -

Popular

Le altalene rosa installate nel muro tra Messico e Usa sono state premiate come miglior progetto di design dell’anno

Ricordate le altalene che tanto hanno fatto parlare, realizzate attraverso il muro che divide Stati Uniti e Messico? Hanno vinto il Beazley Design of...

Ecco la mascherina che “uccide” il covid. Creata in Gran Bretagna, sarà presto in vendita.

Un'invenzione del tutto innovativa e arriva direttamente dall'Inghilterra. Si tratta di una mascherina in grado di "uccidere" i virus che tentano di entrare attraverso...

Il cielo spagnolo coperto da una tempesta epica – i video diffusi sul web

Il cielo in alcune zone della città catalana di Lleida (Spagna) è stato ricoperto da un baldacchino di nuvole nere che ha scaricato una...

Gli archeologi egiziani hanno portato alla luce un tempio funerario di 4.200 anni per una regina e 50 bare in un’antica città dei morti

Per millenni, gli antichi egizi furono sepolti in pozzi funerari sotto Saqqara, una città dei morti nel deserto a sud dell'attuale Cairo: Ma gli egiziani...