L’Austria dice no al glifosato: primo paese che lo vieta per precauzione

Agricoltura

In Austria la Camera dei Deputati ha votato contro l’uso del diserbante usato in agricoltura: il glifosato. La Camera ha approvato la proposta del partito socalista nazionale lo Spoe, appogggiato dal Fpoe, il partito di destra.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Ricordiamo che dal 2015 l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS), ha definito il glifosato “probabilmente cancerogeno”. Dalla sua “nascita” il glifosato è stato utilizzato da varie aziende, successivamente il brevetto è diventato della Monsanto dal 2000 e il diserbante si è diffuso a livello mondiale come una macchia d’olio con il nome di Roundup. Oggi appartiene alla Bayer.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Adesso la decisione definitiva è Commissione europea che ha tre mesi per approvare o respingere la decisione. In Germania intanto il colosso Bayer-Monsanto., ha criticato aspramente questa decisione sottolinenando il fatto che contraddice numerose ricerche scientifiche. Molte sono le associazioni che invece hanno gioito per questa decisione, Greenpace ha definito questa decisione “un successo storico”.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Questo articolo è stato scritto anche grazie al contributo di alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina https://www.facebook.com/GloboChanneldotcom/ è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/globochannel).