Biologo crea una borsa che a contatto con l’acqua si trasforma in cibo per pesci

Uno scienziato indonesiano sostituisce la plastica creando un sacchetto biodegradabile con fibre di manioca, la borsa si degrada in 100 giorni. Un sacchetto di plastica comune impiega fino a 500 anni per scomparire dal pianeta

- Prosegue dopo la pubblicità -

La minaccia della plastica per il pianeta è reale. L’uso irrazionale di questo materiale ha causato la formazione di immense isole negli oceani, le discariche delle città da riempire e migliaia di animali marini e terrestri muoiono ogni giorno.

- Prosegue dopo la pubblicità -

L’impatto ambientale è così grande che in molti paesi del mondo sono già stati fatti dei passi per combatterlo. Quest’anno l’Organizzazione delle Nazioni Unite ha lanciato un allarme sull’ effetto inquinante sugli oceani e il processo di decomposizione della palstica è molto lungo, tanto che può durare tra 500 e mille anni.
A Bali, in Indonesia, è stata creata una borsa biodegradabile fatta con resine di manioca grazie a
Kevin Kumala, un biologo indonesiano che sensibile al problema
che il mondo sta attualmente affrontando a causa dei sacchetti di plastica , ha scelto di creare borse biodegradabili fatte con resine di manioca ; che, a contatto con l’acqua, scompaiono senza danneggiare le specie marine. Così è nato Avani “non sono di plastica”, un marchio che promette di rivoluzionare il mercato.
Secondo lo scienziato, queste fibre vegetali fungono da compost, sono biodegradabili e prive di tossine.

- Prosegue dopo la pubblicità -

La società Avani “non sono di plastica” , crea già prodotti biodegradabili, realizzati con materiali come la canna da zucchero e l’amido di mais, e ora ha rivoluzionato il mercato con questa invenzione.
In Indonesia, oltre 25 milioni di tonnellate di manioca vengono coltivate ogni anno e Kumala è riuscito a sintetizzare le fibre di manioca e replicare il processo utilizzato per realizzare i sacchetti di plastica. Le borse di manioca svolgono la stessa funzione delle altre; e sebbene siano più costose, si degradano in meno di 100 giorni, non sono tossiche e si dissolvono in acqua.

Il prodotto ha ricevuto il premio “ Most Valued Business Indonesia ” per una delle iniziative più rilevanti legate all’ambiente del paese. La borsa viene sciolta dall’acqua e non lascia residui nocivi per le specie marine; anche per il resto degli ecosistemi.
Il problema con i sacchetti di plastica è così grave che entro il 2050 gli scienziati si aspettano che 12 miliardi di tonnellate di rifiuti di plastica siano nelle discariche o negli oceani. Il video Avani:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Questo articolo è stato scritto anche grazie al contributo di alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina https://www.facebook.com/GloboChanneldotcom/ è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/globochannel).