5G la nuova tecnologia tra le polemiche. E’ pericoloso per la salute? I cittadini vogliono la verità. Il video:

Si sta parlando molto della nuova tecnologia 5G, ultra veloce che può rivoluzionare la rete e internet. In Belgio sembra, però che abbiano bloccato l’inizio dell’utilizzo di questa tecnologia la domanda nasce spontanea, come mai?

Questo perchè c’è stata una mancanza di informazioni che ha fatto scattare l’allarme tra chi era più informato.
Anche in Italia è stato inviato un appello da parte della deputata Cunial, del gruppo misto:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Sempre più studi nazionali e internazionali dimostrano come i campi elettromagnetici possano avere effetti devastanti per la salute pubblica e l’ambiente. Stasera, grazie agli interventi di Laura Masiero, presidente di A.P.P.L.E. e della dottoressa Fiorella Belpoggi, Direttrice del Centro di Ricerca sul Cancro Cesare Maltoni, insieme a Borso del Grappa nella serata organizzata dall’Associazione Natura e Vita e patrocinata dal Comune, anche molti cittadini ne sono consapevoli

- Prosegue dopo la pubblicità -

la Deputata continua:“Come illustrato all’evento i recenti studi pubblicati dal Centro per Ricerca sul Cancro dell’Istituto Ramazzini non fanno altro che evidenziare ancora una volta la pericolosità di queste nuove tecnologie, correlate a un aumentato rischio di tumori, il più pericoloso dei quali è il tumore cardiaco – dice Cunial – Tali risultati sono ormai talmente convalidati e condivisi dalla comunità scientifica internazionale da portare i ricercatori alla conclusione che è tempo di aggiornare la classificazione IARC traslando la categoria di riferimento di queste nuove tecnologie da probabile cancerogeno e cancerogeno certo.

Per questo abbiamo chiesto a gran voce alle amministrazioni locali e ai sindaci presenti di Borso del Grappa, Castelcucco, Romano d’Ezzelino e al Presidente Unione Montana di rispettare il principio di precauzione e di agire a tutela della salute della propria cittadinanza altrimenti costretta a subire h24 le antenne predisposte dal progetto dell’Unione montana del Grappa. Magari il principio di precauzione fosse stato adottato nel caso Pfas – continua Cunial – si sarebbero così salvate dalla contaminazione oltre 350mila persone e la falda acquifera più grande d’Europa.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Le soluzioni meno impattanti ci sono e devono essere prese in considerazione. Ma soprattutto ci deve essere la volontà di confrontarsi con la cittadinanza e agire nell’interesse della collettività che si rappresenta. Come ci insegna la vicenda di Malles, dove un sindaco attento alla salute pubblica ha proposto un referendum per vietare i pesticidi sul territorio comunale, quando le amministrazioni agiscono nella tutela del diritto e della Costituzione e sono sorrette dalla volontà popolare, si può vincere, anche sulla Corte dei Conti. Questa è la strada da seguire: condivisione delle decisioni, diffusione delle informazioni ed innovazione a vantaggio della collettività”.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Ci sono stati parecchi studi che definiscono i campi elettromagnetici pericolosi per la salute, sia un’esposizione prolungata o breve possono provocare situazioni non piacevoli a partire da mal di testa, stanchezza, mancanza di energia ad arrivare anche a cose più gravi come cancro, disturbi neurologici e tantissimi altri problemi di salute.

Prima di far partire l’utilizzo di questa nuova tecnologia, che sicuramente è una cosa positiva per il futuro della rete e della comunicazione, si spera però possano valutare davvero tutti i rischi e cercare di mettere in sicurezza la salute dei cittadini. Un video esplicativo molto interessante ci spiega  i rischi del 5G.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Questo articolo è stato scritto anche grazie al contributo di alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina https://www.facebook.com/GloboChanneldotcom/ è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/globochannel).

- Prosegue dopo la pubblicità -
Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.