Forno a microonde: altera i valori nel sangue. Le malattie che si rischiano:

Ormai il forno a microonde è presente in quasi tutte le case, serve a cuocere,riscaldare e scongelare. Con la vita frenetica che viviamo oggi è un elettromestico molto utile, perchè è molto veloce.

Fù scoperto per caso da Percy Spencer, nel 1945 mentre stava effettuando degli studi su un radar, notò una barretta di cioccolata che si sciolse mentre era di fronte a un magnetron attivato; successivamente provò con i pop corn davanti al magnetron, alzando la potenza, e questi scoppiarono velocemente in tutta la stanza, poi provò con un uovo ed esplose. Questa scoperta fatta casualmente, continuò e nel 1947 la Raytheon commercializzò i forni di questo genere. Nel 1955 fu costruito il primo forno per uso casalingo.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Gli alimenti vengono cotti, grazie all’effetto di alcuni campi elettromagnetici sulla materia, ovviamente è un metodo di cottura completamente differente dal forno tradizionale.
Infatti le microonde riscaldano rapidamente l’interno del cibo e no l’esterno come invece avviene nel forno tradizionale. Le molecole del cibo vengono fatte vibrare atonomicamente e proprio questo permette al cibo di riscaldarsi.
Ma può essere una tipologia di cottura buona per la nostra salute?

- Prosegue dopo la pubblicità -

Nel 2003 una ricerca svolto in Spagna e pubblicato su The Journal of the Science of Food and Agriculture ha concluso che con la cottura a microonde la perdita di sostanze nutritive ci può essere: è risultato che ad esempio i broccoli perdono il 97% delle sostante antiossidanti con la cottura a microonde, mentre con la cottura a vapore perdono solo l’11%.

Un’altro studio è quello svolto in Giappone da Watanabe, i risultati emersi dichiarano che la carne bovina, suina e il latte, se cotti nel microonde perdono il 30-40% di vitamina B12 che contengono.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Un’altra cosa molto grave è legata al latte materno, molte sono le mamme che congelano il loro latte e lo scaldano poi a micronde per velocità e mancanza di tempo, ma cosa succede al latte?
Nel 1992 Quan ha scoperto che questa pratica portava alla perdita del potere battericida e degli anticorpi di cui il latte materno è ricco, e quindi mettendo a rischio l’aumento e la crescita dei batteri nel latte stesso, che poi viene dato ai bambini.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Uno dei principali studi effettuati sull’uso del microonde è sicuramente quello del Dottor Hans Hertel. Nel 1992 per due mesi ha seguito la dieta e lo stato di salute di otto volontari, che mangiavano cibo cotto e scongelato nei forni a microonde o al contrario cotti o scongelati nel forno tradizionale.

Ciò che è stato pubblicato poi dalla rivista svizzera Journal Franz Weber è sconcertante: la cottura a microonde alterava le sostanze nutritive dei cibi e questo portava a cambiamenti nel sangue, con precisione: aumenta i livelli di colesterolo, diminuisce i globuli bianchi, diminuisce dei globuli rossi, produce composti sconosciuti in natura e porta all’anemia. Tutto ciò mette a rischio l’organismo a contrarre malattie da infezioni a problemi ancora più gravi.
Purtroppo però un’organizzazione svizzera che produceva questo tipo di apparecchi non permise la pubblicazione di questa ricerca, cosi il dottore non riuscì subito a rendere noti i rischi dei forni a microonde, il divieto però fu rimosso nel 1998.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Quindi in conclusione, per quanto il forno a microonde possa essere comodo e veloce, ci sono sicuramente alternative più sane e comunque altrettanto veloci per poter cucinare.

Per riscaldare l’acqua, un bollitore è altrettanto veloce e riesce a farlo in pochi minuti. La cottura a vapore è la migliore, ma anche quelle nel forno tradizionale o sui fornelli è sicuramente più salutare rispetto a quella a microonde. Per riscaldare o sciogliere cibi e alimenti si prelige il bagnomaria.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Sicuramente alcuni di questi metodi richiedono più tempo, ma la salute dovrebbe essere il nostro primo impegno.

Questo articolo è stato scritto anche grazie al contributo di alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina https://www.facebook.com/GloboChanneldotcom/ è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/globochannel).

- Prosegue dopo la pubblicità -
Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.