18 arresti tra cui pediatri e primari: spingevano le mamme ad usare latte in polvere per premi farmaceutici

E’ risaputo che il latte materno è il miglior alimento che si possa dare ad un bambino, non esiste altro che possa essere equiparato o che possa superare “il latte di mamma”. Esistono alcuni casi in cui per motivi di salute solitamente, il latte materno può essere sostituito con quello artificiale, ma questo non può essere la normalità, ma semplicemente l’eccezione in casi di necessità.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Non è quello che succedeva in Toscana,Lombardia,Marche e Liguria dove 18 persone sono state arrestate con l’accusa di indurre le neo-mamme ad utilizzare il latte artificiale, in cambio di premi da parte delle ditte produttrici.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Risale al 2014 questa notizia, ma è molto attuale.
I regali erano anche abbastanza appetibili: smartphone, computer,viaggi, condizionatori e via dicendo. Insomma un giro di vere e proprie tangenti, infatti l’accusa è stata di corruzione. 18 persone sono finite in arresto: 12 pediatri (tra cui due primari), 5 informatori scientifici e un dirigente d’azienda di alimenti per l’infanzia.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Tra i 18 arrestati ci sono otto medici di Pisa, uno del Livornese, uno di Piombino, uno di Lido di Camaiore, un primario di La Spezia e uno di Empoli.Siamo completamente all’oscuro di quanto accaduto e ignoravamo il comportamento dei pediatri – fanno sapere dall’Ausl 5 di Pisa – Sono una decina quelli dell’azienda Usl 5 coinvolti, circa il 30% degli specialisti di libera scelta in forza nell’azienda sanitaria. Il direttore generale sta valutando la situazione”. La Usl in questione ha cercato di provvedere ai danni provocati da queste persone, nei confronti delle famiglie che gli hanno subiti. Non sappiamo ad oggi come siano state punite le persone in questione, se stanno nuovamente esercitando la loro professione oppure no. Nel caso speriamo che le punizioni siano state esemplari, in modo da non permettere più cose del genere.

Abbiamo voluto riproporre questa notizia, anche se di qualche anno fa per sensibilizzare l’opinione pubblica nei riguardi dell’allattamento al seno. Ci vorrebbe più controllo in questo settore e soprattutto più informazione . Se le mamme fossero informate a dovere prima di iniziare l’allattamento, avremmo meno casi di somministrazione forzata di latte artificiale. E’ un giro vizioso, che può far male al bambino e alla mamma.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Il bambino ha bisogno del latte materno e la mamma ha bisogno di quei momenti unici con il suo bambino, salvo nei casi in cui non sia realmente possibile, bisogna aiutare la mamma e sostenerla in questo percorso per far si che trovi il giusto equilibrio con l’allattamento, soprattutto se è alla prima esperienza. Molte sono le ostetriche che spingono all’allattamento al seno e asseriscono che è tutto un equilibriio tra mente e corpo, se si sta bene con la testa, se si è sereni, tramite il latte sarà sereno anche il bambino.

Questo articolo è stato scritto anche grazie al contributo di alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina https://www.facebook.com/GloboChanneldotcom/ è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/globochannel).