Le bustine di tè di plastica rilasciano miliardi di microplastiche nel tuo organismo

Se la tua marca preferita di tè usa bustine di plastica, probabilmente stai ingerendo un gran numero di microplastiche:

Un nuovo studio ha scoperto che una singola bustina di tè di plastica impregnata ad una temperatura di fermentazione di 95 gradi Celsius rilascia circa 11,6 miliardi di microplastiche e 3,1 miliardi di nanoplastiche in una singola tazza. Lascialo affondare per un momento. Attualmente, si stima che consumino oltre 74.000 particelle di microplastiche all’anno . Secondo questa ricerca, ce ne sono quasi 200.000 volte in una singola tazza di tè in plastica. Le microplastiche sono ovunque:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Gran parte del nostro cibo è avvolto in plastica, per cominciare, e spesso finisce nel cibo stesso. Inoltre, si diffonde nell’ambiente . Stiamo facendo progressi (dolorosamente lenti) eliminando inutili microsfere di plastica dai lavaggi del corpo e eliminando gradualmente cannucce e sacchetti di plastica, ma il danno è stato fatto. La plastica finisce in cose come sale marino, pesce in scatola, miele e pollo.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Per molti anni, le bustine di tè sono state realizzate principalmente con la carta, ma recentemente alcune aziende hanno utilizzato maglie di plastica. Questo non è solo un problema per l’ambiente. Secondo i ricercatori della McGill University in Canada, temperature superiori a 40 gradi Celsius possono degradare immensamente la plastica. Anche materie plastiche per alimenti. Quindi hanno iniziato a indagare. Il team ha preso un sacco di bustine di plastica da quattro marchi di tè, ha svuotato il tè e li ha sciacquati accuratamente. Questo per assicurarsi che tutto ciò che trovavano nell’acqua non fosse nel tè stesso. Hanno anche usato diverse bustine di tè che non erano state svuotate o sciacquate come controllo, per determinare che tagliare la bustina di tè per svuotare il tè non influenzava il numero di particelle rilasciate.

Per ogni marchio testato, tre bustine di tè vuote sono state collocate in una singola fiala di vetro pulito e immerse in 10 millilitri di acqua a 95 gradi Celsius per 5 minuti. Quindi, le bustine di tè sono state rimosse e l’acqua è stata travasata in un altro contenitore di vetro pulito. Sono state acquisite immagini al microscopio elettronico a scansione delle bustine di tè prima e dopo la macerazione e la loro composizione chimica analizzata mediante spettroscopia infrarossa a trasformata di Fourier (FTIR). L’acqua in cui erano state immerse le bustine di tè era fissata ai wafer di silicio ed essiccata e l’analisi di tracciamento delle nanoparticelle veniva utilizzata per contare le particelle. FTIR è stato anche usato per determinare la loro composizione chimica.

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -

Hanno scoperto che le bustine di tè presentavano crepe e degradazione significative dopo la macerazione e che c’erano molte micro e nanoparticelle nell’acqua, principalmente tra 1 e 150 micrometri per le microparticelle e 100 e 1.000 nanometri per le nanoparticelle. La composizione chimica di queste particelle corrispondeva alle bustine di tè; un conteggio delle particelle ha portato a una stima di quante particelle un bevitore di tè avrebbe ingoiato con ogni tazza – 2,3 milioni di micron e 14,7 miliardi di particelle di submicroni.

Ma peggiora. Non siamo a conoscenza di effetti avversi sull’uomo, ma i ricercatori hanno messo le pulci d’acqua ( Daphnia magna ) nelle diluizioni del 50%, 5% e 0,5% dell’acqua della bustina di tè, e non era carino. “Un certo numero di particelle estranee di dimensioni ridotte sono state osservate all’interno dei corpi del D. magna esposto al percolato al 5 percento e al 50 percento ma non nei controlli, e la forma e la dimensione delle particelle erano simili a quelle osservate nei leachat grezzi” i ricercatori hanno scritto nel loro articolo .

- Prosegue dopo la pubblicità -

Sono necessarie ulteriori ricerche per determinare se bere il tuo tè allacciato con la plastica eserciterebbe un effetto sugli esseri umani, ma una cosa è certa: se si versa il tè nel lavandino o lo si beve, quelle particelle finiranno per finire nel resto del mondo. Se vuoi evitarlo, la cosa migliore da fare è scegliere le bustine di tè di carta  (fai i compiti, tuttavia, alcune di quelle di carta sono rinforzate con plastica), o tè a foglie sciolte. La ricerca è stata pubblicata su Environmental Science & Technology .

Questo articolo è stato scritto anche grazie al contributo di alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina https://www.facebook.com/GloboChanneldotcom/ è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/globochannel). Inoltre è possibile seguire tutte le news anche sul gruppo Whatsapp di GloboChannel.com cliccando sul seguente link d’invito.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo >https://t.me/globochannel<. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina >www.facebook.com/GloboChanneldotcom<. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1, su instagram.com/globo_channe_ita/ e su linkedin.com/company/globochannel.