Press "Enter" to skip to content

Il riciclo in Svezia funziona cosi bene che sono costretti ad importare rifiuti dall’estero

La Svezia è uno di quei pochi paesi in cui oggi, il riciclo funziona perfettamente. La raccolta differenziata viene fatta cosi bene, che per far funzionare gli impianti di riciclaggio il paese è costretto ad importare i rifiuti dall’Estero. Dal 2011 sino ad oggi, meno dell’1% di rifiuti svedesi sono finiti in discarica.

- Prosegue dopo la pubblicità -

In Italia al contrario, la situazione è molto differente. Sicuramente negli ultimi anni è migliorata, ma di poco, molto meno rispetto all’obiettivo Europeo prefissato e cioè: 65% dei rifiuti riciclati entro il 2030.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Ciò che ci differenzia è sicuramente il rispetto verso la natura e il proprio territorio, molto sentito in Svezia. Ricordiamo che già nel 1991 la Svezia è stata una delle prime e poche nazioni a immettere una tassa molto elevata sui combustibili fossili, oggi quasi la metà del paese utilizza fonti rinnovabili.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Per la raccolta rifiuti in Svezia sono organizzati in modo tale che aziende private inceneriscono i materiali raccolti, per poi ottenere energia che viene distribuita dall’azienda pubblica.
Sicuramente questo metodo non è perfetto, se ci pensiamo un pò. Infatti in questo modo vengono distrutti anche tutti quesi materiali che potrebbero essere riutilizzati e questo comporta poi la produzione da zero degli stessi, basta pensare ad esempio alla carta e all’impatto sull’ambiente e sull’ecosistema che può avere produrla da zero.

Quindi oggi l’obiettivo è in primis “educare” i cittadini a riutilizzare gli oggetti e materiali prima di disfarsene completamente. Anche utilizzare i rifiuti importati dall’estero è un processo momentaneo, l’obiettivo del paese è essere autosufficiente.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Tutti gli Stati Europei che non riescono a gestire certi standard legati al riciclaggio, sono costretti a pagare una multa salatissima all’Europa, e quindi chi non riesce autonomamente a rimanere sotto certi standard manda i rifiuti in Svezia.

Si sta lavorando anche su altri sistemi di riciclaggio, come la raccolta pneumatica, che avviene attraverso dei tubi sotterranei ed è stata sperimentata anche in Italia, nello specifico a Roma. Oppure inserire cassonetti sotterranei per evitare cattivi odori per le strade.

Sicuramente da questo paese c’è molto da imparare, un forte rispetto verso la propria terra porta a livelli e risultati ottimi, certo ogni cosa può essere migliorata, ma quando c’è la voglia di fare, tutto si può raggiungere.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Questo articolo è stato scritto anche grazie al contributo di alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina https://www.facebook.com/GloboChanneldotcom/ è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/globochannel). Inoltre è possibile seguire tutte le news anche sul gruppo Whatsapp di GloboChannel.com cliccando sul seguente link d’invito.

error: Non sei autorizzato a copiare questo materiale. Per richieste e/o chiarimenti puoi scriverci.