Press "Enter" to skip to content

Gli asparagi: disintossicanti, diuretici, antidepressivi, tutte le proprietà di questi ortaggi prelibati:

Disintossicanti e diuretici stiamo parlando degli asparagi. Ricchi di vitamine, sali minerali, energizzanti,antiossidanti, sono ortaggi altamente consigliati per chi sta seguendo una dieta ipocalorica. Provengono dall’Asia, ma sono diffusi in tutta Europa ed esiste l’asparago coltivato e quello selvatico. Si raccolgono a partire da gennaio, ma la loro massima maturazione la raggiungono in primavera.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Ricchissimi di fibre e antiossidanti, ma poveri di calorie possono essere consumati da quasi tutti, anche dai diabetici avendo un indice glicemico basso. Non contengono colesterolo e grassi dannosi. Poveri di sodio e invece ricchi di minerali e vitamine soprattutto C e acido folico. La vitamina C aiuta il sistema immunitario e ha un’azione antiossidante. Inoltre aiuta ad assorbire il ferro e a prevenire anemia. Sono inoltre molto diuretici (l’aspargina è responsabile del forte odore che gli asparagi danno alle urine), depurativi e aiutano a ridurre la cellulite.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Aiutano a tenere sotto controllo la pressione arteriosa, essendo ricchi anche di acido folico sono consigliati durante la gravidanza. Aiutano inoltre a ridurre i radicali liberi e contrastano la formazione di tumori. Fanno bene all’umore, contengono triptofano (in particolare quelli selvatici) ormone del buonumore. L’ideale è consumarli crudi, per preservare tutte le loro caratteristiche, tagliati a fettine sottili e conditi con olio e limone, ma avendo un sapore molto forte, possono essere cotti a vapore per pochi minuti e sono ottimi in molte preparazioni.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Sono sconsigliati però in caso di calcoli renali o problema renali o malattie reumatiche. Essendo molto energizzanti, dovrebbero essere consumati con molta attenzione da chi soffre di insonnia. L’ideale è inserirli nel consumo quotidiano a partire dai 3 anni. Esistono anche asparagi bianchi, coltivati al buio, in assenza di luce non si attiva la sintesi clorofilliana e quindi rimangono bianchi.

Fonte:viversano.net

- Prosegue dopo la pubblicità -

Questo articolo è stato scritto anche grazie al contributo di alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina https://www.facebook.com/GloboChanneldotcom/ è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/globochannel). Inoltre è possibile seguire tutte le news anche sul gruppo Whatsapp di GloboChannel.com cliccando sul seguente link d’invito.

error: Non sei autorizzato a copiare questo materiale. Per richieste e/o chiarimenti puoi scriverci.