Press "Enter" to skip to content

Come scegliere un cibo sano ed adatto per il proprio cane

Osservando il nostro cane, ci viene spesso in mente che il nostro amico a quattro zampe meriti il meglio anche nell’ambito della sua alimentazione. Si tratta di un pensiero validissimo se pensiamo che buona parte della salute del tuo animale domestico è determinata dal cibo che mangiano. Questo è un fattore determinante anche per la sua felicità e per la sua potenziale longevità. Viste le molteplici varianti di cibo,  come scegli qual è la migliore per il tuo cane? Ci sono alcune semplici linee guida per aiutarti a decidere cosa dare da mangiare al tuo animale domestico. Anche se non esiste un “migliore” cibo per cani, ce ne sono alcuni che sono migliori di altri in termini di nutrizione. Scopriamo come è possibile individuare il cibo più adatto per il nostro cane:

- Prosegue dopo la pubblicità -
  1. Tieni presente l’età e il livello di attività del tuo animale domestico. Le esigenze energetiche e nutrizionali del tuo animale domestico si basano su molteplici fattori tra cui crescita, attività, stato riproduttivo ed età. Gli alimenti per animali domestici sono destinati all’alimentazione durante determinate fasi della vita dell’animale. Un cucciolo in crescita avrà bisogno di più calorie di un animale domestico più grande. Un cane in gravidanza o in allattamento avrà anche bisogno di più calorie rispetto alla sua controparte sterilizzata o sterilizzata. [1]

    Determina le esigenze nutrizionali del tuo cane. Dovresti pensare alle esigenze caloriche del tuo animale domestico, ma ricorda anche che quelle calorie non dovrebbero provenire da un solo tipo di nutriente, ad esempio solo proteine ​​o solo carboidrati. Ad esempio, intervalli di proteine ​​del 20-25% delle calorie sono sufficienti per cani sani, in crescita e in altro modo.

      • Se il tuo animale domestico mantiene una condizione fisica sana in cui puoi vedere una vita e sentire facilmente le costole con il palmo della mano, questi sono segni che il tuo animale domestico è in buona forma. Se il tuo animale domestico è più pesante di quanto dovrebbe essere, riduci le calorie del 10-25% per un mese e quindi rivaluta. Se il tuo animale domestico sembra troppo magro, aumenta le calorie del 10-25% e vedi cosa succede. Livellare la quantità somministrata una volta raggiunta la condizione corporea desiderata.
      • Se dai troppe calorie al tuo cane, memorizzerà le calorie in eccesso sul suo corpo, che si tratti di calorie da grassi, proteine ​​o carboidrati.
      • I cani possono sviluppare pancreatite con alti livelli di grassi (e talvolta proteine) nella dieta. [2] Il grasso è una forma di energia concentrata. Un cibo secco per cani a basso contenuto di grassi avrà un 6-8% di grassi, mentre una dieta ad alto contenuto di grassi può arrivare fino al 18% di grassi.

    Parla con il tuo veterinario della dieta del tuo animale domestico. Scopri quali consigli possono fornire in base alla salute attuale del tuo animale domestico. Se il tuo cane ha un particolare problema di salute che è influenzato dalla dieta (diabete, malattie renali, pancreatite, allergia alimentare, ecc.), Il veterinario discuterà con te delle opzioni e svilupperà un piano per il tuo animale domestico.

      • Consultare il proprio veterinario in caso di dubbi sulla diarrea cronica o sulle condizioni della pelle che potrebbero essere correlate alle allergie alimentari. La diarrea nei cani può avere molteplici cause (parassiti interni, infezione batterica), ma il cibo è sicuramente una grande possibilità.
      • Le feci molli occasionali che si correggono in un giorno o giù di lì in un animale domestico che altrimenti agisce e mangia normalmente, non è di solito motivo di preoccupazione. Tuttavia, un animale domestico che presenta attacchi cronici di diarrea che non si risolve e / o che ci sono altri segni clinici, come letargia e riduzione dell’appetito, dovrebbe essere studiato e un cambiamento nella dieta può far parte della gestione di questi casi. La pelle cronicamente pruriginosa che non sembra cambiare con le stagioni può essere correlata a un’allergia alimentare. [3]
      • Esistono diete preparate commercialmente o la formulazione dietetica raccomandata può richiedere l’aiuto di un nutrizionista veterinario.

    Non lasciarti ingannare dalla pubblicità. Ricorda che il marketing in TV, nelle riviste e nei negozi è rivolto agli umani. Anche il design della borsa o dell’etichetta della lattina è progettato per essere ritirato e acquistato dall’uomo. Non lasciarti ingannare da belle foto e pubblicità carine. Fai qualche ricerca per il bene del tuo amico peloso.
    Le etichette che includono termini di marketing come “premium”, “naturale” o “gourmet” sono buone per la vendita di alimenti per cani ma non hanno una definizione reale riconosciuta dalla FDA o dai produttori di alimenti per animali domestici.

    Decidi tra cibo in scatola e cibo secco. Dare il tuo cane in scatola invece del cibo secco, o viceversa, è una questione di scelta e budget. La maggior parte dei cani andrà bene per entrambi, ma, a volte, potresti trovare un cane sensibile alla forma della dieta. Possono sviluppare sintomi, come vomito o diarrea, che mostrano che il loro sistema non è in grado di elaborare correttamente il cibo.
    Il cibo in scatola è generalmente più costoso delle opzioni di cibo secco ma è circa il 75% di acqua.

    Assicurati che l’etichetta abbia la dichiarazione AAFCO (Association of American Feed Control Officials). L’adesione ad AAFCO è volontaria, ma fornisce linee guida per la formulazione e la produzione di alimenti per animali domestici. Avere questa etichetta offre una base di garanzia al consumatore che il cibo soddisfa i requisiti nutrizionali di base per il tipo di animale elencato sul contenitore. [4] [5]

    Controlla l’etichetta per l’elenco degli ingredienti. I cani sono onnivori e possono mangiare carne, grano e verdure. Tuttavia, vuoi vedere il primo ingrediente elencato come carne, come “pollo” o “manzo” anziché “carne per prodotto” o “farina di carne”. Vedere la parola “pollo” sull’etichetta dell’ingrediente significa che la carne è principalmente di tessuto muscolare, ma può includere il diaframma dell’animale o del cuore (o di altre parti). [6]
    Stai anche cercando di assicurarti che il primo ingrediente non sia un grano, un tubero o una verdura, a meno che per qualche motivo non stai alimentando il tuo cane con una dieta vegetariana.

    Confronta gli ingredienti tra diverse marche di alimenti per cani. L’elenco degli ingredienti sull’etichetta è elencato in ordine di peso come si trova nella formula del cibo. Gli ingredienti con acqua inclusa, come la carne, saranno generalmente più in alto nell’elenco.

        • Al fine di confrontare le diete secche (10-12% di umidità) e le diete in scatola (75% di acqua), per arrivare veramente alla percentuale effettiva di proteine ​​presenti negli alimenti per cani, è necessario considerare la quantità di umidità nella dieta. Per calcolare la “base di sostanza secca” della quantità di proteine ​​che si sta alimentando in una lattina di cibo per cani, è necessario rimuovere la quantità di acqua negli alimenti con un calcolo. Ad esempio, se il cibo dice che c’è il 12% di proteine ​​e la lattina ha il 75% di acqua, dividere il 12% del 25% per ottenere il 48% di proteine. È piuttosto alto. (Usi il 25% nel denominatore per riflettere la sostanza secca rimasta dopo aver rimosso l’acqua del 75% nella dieta.) [7] [8] Questo ti aiuterà a confrontare i cibi per cani, anche se vengono in diverse formulazioni.

       

    • Controlla l’etichetta per “analisi prossimale” che ti dirà la quantità di proteine, grassi e fibre. L’importo suggerito per nutrire il tuo animale domestico, in base al peso salutare del tuo animale domestico, può anche essere trovato sul lato della maggior parte dei sacchetti di alimenti per animali domestici.
      • Naturalmente, è impossibile per il produttore essere in grado di personalizzare la quantità di cibo per ogni singolo animale domestico, quindi utilizzare queste informazioni come linee guida di base e monitorare le condizioni del corpo del proprio animale domestico.
      • Molto probabilmente non troverai contenuto calorico sulla borsa o lattina e dovrai chiamare l’azienda o controllare online per tali informazioni. [9]
      • Consulta il tuo veterinario se hai domande sul peso e sulle condizioni del tuo animale domestico.
    • Trova il pacchetto più fresco di cibo per cani. Dopo aver selezionato un tipo di cibo, è necessario assicurarsi che il cibo sia ancora fresco. Controlla la vendita entro (o meglio prima) sul contenitore. In particolare, il cibo secco viene spruzzato con grasso all’esterno per aumentare l’appetibilità. Il grasso alla fine diventerà rancido con il tempo e l’esposizione all’aria e alla luce. Il calore aumenterà la possibilità di irrancidimento. [10]
      • Controlla anche che la borsa sia intatta e che non ci siano buchi prima di portarla a casa.
      • I negozi di animali posizioneranno il cibo più vecchio in cima alla pila o in primo piano per motivi di turnover dell’inventario. Vogliono prima vendere il cibo più vecchio, il che ha senso. Basta controllare per vedere se il prodotto nella parte posteriore o inferiore della riga o della pila ha una data molto diversa su di esso e prendere dalla parte inferiore o posteriore se appropriato.
      • Anche se sembra che tu stia risparmiando denaro acquistando un sacchetto da 40 libbre di cibo per il tuo cane da 10 libbre, stai meglio con un sacchetto più piccolo per motivi di freschezza, a meno che non lo conservi nel congelatore ben avvolto per prevenire la contaminazione dell’umidità e bruciatura del congelatore. Non dimenticare di etichettare la borsa con il nome del cibo, il numero di lotto (in caso di richiamo del cibo), la data di acquisto e di vendita per data. Prendi la porzione desiderata il giorno prima di dargli da mangiare per consentire al cibo di scongelarsi completamente. [5]
    • Conservare correttamente il cibo per cani. Dovresti conservare il cibo secco per cani ancora nella borsa originale in un contenitore ermetico (plastica o metallo) in un luogo fresco e buio, come un armadio o una dispensa o persino il congelatore. [11] Conservare gli alimenti in scatola rimasti coperti nel frigorifero. Il cibo in scatola non aperto deve essere conservato in un luogo fresco e asciutto.
      • È meglio consumare cibo secco per cani aperto entro 6 settimane dall’apertura, purché conservato correttamente. [12]

    Questo articolo è stato scritto anche grazie al contributo di alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina https://www.facebook.com/GloboChanneldotcom/ è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/globochannel). Inoltre è possibile seguire tutte le news anche sul gruppo Whatsapp di GloboChannel.com cliccando sul seguente link d’invito.

    Fonti:

error: Non sei autorizzato a copiare questo materiale. Per richieste e/o chiarimenti puoi scriverci.