Press "Enter" to skip to content

Gli astronauti sulla Stazione Spaziale fotografano eruzioni, tempeste e deserti. Le migliori foto scattate dalla ISS

SpaceX ha appena portato i suoi primi umani alla Stazione Spaziale Internazionale (ISS), in una missione che è destinata a ripristinare il programma di voli spaziali umani della NASA dopo una pausa di nove anni:

- Prosegue dopo la pubblicità -
NASA astronauts Doug Hurley and Bob Behnken familiarize themselves with SpaceX’s Crew Dragon, the spacecraft that will transport them to the International Space Station as part of NASA’s Commercial Crew Program. Their upcoming flight test is known as Demo-2, short for Demonstration Mission 2. The Crew Dragon will launch on SpaceX’s Falcon 9 rocket from Launch Complex 39A at NASA’s Kennedy Space Center in Florida. In March 2019, SpaceX completed an uncrewed flight test of Crew Dragon known as Demo-1, which was designed to validate end-to-end systems and capabilities, bringing NASA closer to certification of SpaceX systems to fly a crew.

Se la missione avrà esito positivo – gli astronauti rimarranno sulla ISS per un massimo di 110 giorni, per poi tornare in sicurezza sulla Terra – i razzi della compagnia e l’astronave Crew Dragon potrebbero trasportare gli astronauti da e verso la stazione regolarmente. L’accesso alla ISS significa l’accesso agli esperimenti spaziali critici e alle destinazioni oltre: la luna e, infine, Marte. Gli esseri umani hanno vissuto a bordo della ISS ininterrottamente negli ultimi 13 anni – la presenza umana più duratura nello spazio. In quel momento, hanno scattato milioni di foto. Ecco le migliori foto scattate dalla Stazione Spaziale Internazionale:

- Prosegue dopo la pubblicità -
Gli astronauti della NASA Bob Behnken e Doug Hurley galleggiano nella Stazione Spaziale Internazionale il 31 maggio 2020, dopo aver guidato la navicella spaziale Crew Dragon di SpaceX verso il laboratorio in orbita. NASA

La missione, chiamata Demo-2, è destinata a resuscitare il volo spaziale umano in America e ripristinare la capacità della NASA di inviare i propri astronauti alla stazione spaziale.

- Prosegue dopo la pubblicità -
La Stazione Spaziale Internazionale in orbita. NASA
Il cosmonauta russo Sergey Ryazanskiy fa una pausa durante una passeggiata spaziale di sei ore per aiutare con il montaggio e la manutenzione sulla Stazione Spaziale Internazionale, il 22 agosto 2013. Johnson Space Center

L’ISS orbita attorno alla Terra da oltre 21 anni. Il suo primo modulo è stato lanciato in orbita il 20 novembre 1998. Il primo equipaggio di astronauti arrivò il 2 novembre 2000. Poco dopo iniziarono a scattare foto.

Una zona ghiacciata presso le sorgenti del Rio de la Colonia, nel sud del Cile, nel dicembre 2000. NASA

Da allora gli astronauti hanno catturato le loro viste mozzafiato dallo spazio. Hanno scattato milioni di foto:

- Prosegue dopo la pubblicità -
Quasi per tutta la lunghezza del lago Powell, un lago artificiale sul fiume Colorado, nella Glen Canyon National Recreation Area e nel Grand Staircase-Escalante National Monument, 6 settembre 2016. NASA

Di solito sei persone vivono e lavorano insieme nella stazione, in orbita attorno alla Terra ogni 90 minuti circa.

Un’isola a barriera stretta protegge la Laguna di Venezia dalle onde di tempesta nel Mare Adriatico settentrionale, 9 maggio 2014. NASA
L’astronauta Scott Kelly ha pubblicato questa foto su Twitter il 1 marzo 2016, scrivendo “Alzati e risplendi! Il mio ultimo #sunrise dallo spazio, quindi devo andare! 1 di 5. #GoodMorning da @space_station! #YearInSpace.” NASA / Scott Kelly


Gli astronauti all’interno non sempre conoscono o condividono molti dettagli sui luoghi che vedono. Ma molti dicono che non si annoiano mai con le opinioni.

L’astronauta Scott Kelly ha pubblicato questa foto dell’Australia scattata dalla Stazione Spaziale Internazionale su Twitter con la didascalia, “#EarthArt Un singolo passaggio sul continente #Australiano. Immagine 15 di 17. #YearInSpace.” NASA / Scott Kelly
Mentre la Stazione Spaziale Internazionale passava sopra i deserti dell’Iran centrale, un membro dell’equipaggio colse questo insolito schema geologico, il 14 febbraio 2014. Quando il vento erode strati di roccia che si sono ripiegati nel tempo, espone la forma e il colore delle pieghe. NASA / JSC

Alcune delle foto più colorate provengono dall’astronauta Scott Kelly, che ha condiviso le sue opinioni preferite sui social media.

- Prosegue dopo la pubblicità -
L’astronauta Scott Kelly ha pubblicato questa foto della costa mediterranea della Francia scattata dalla Stazione Spaziale Internazionale su Instagram, marzo 2016. NASA / Scott Kelly
Scott Kelly ha pubblicato questa foto su Twitter il 25 luglio 2015 con la didascalia “#Goodevening #Japan. Mostrando a @Astro_Kimiya come scattare foto di #Earth di notte. #YearInSpace.” NASA / Scott Kelly
La seconda città della Tunisia e il principale porto di Sfax, il 19 giugno 2015. Stagni di sale dai colori brillanti si trovano a sud della città vecchia. NASA

Quando sorvolano città senza nuvole, gli astronauti possono vedere dettagli che sembrano minuscoli dall’alto.

Nelle notti senza nuvole, alcune viste sono ancora più chiare. Chiamano Parigi “la città delle luci” per un motivo.

Verso mezzanotte ora locale dell’8 aprile 2015, gli astronauti a bordo della Stazione Spaziale Internazionale hanno scattato questa fotografia di Parigi. NASA

A volte le nuvole stesse formano forme meravigliose:

- Prosegue dopo la pubblicità -
L’astronauta Nick Hague, a bordo della Stazione Spaziale Internazionale, ha pubblicato questa foto dell’uragano Dorian su Twitter il 2 settembre 2019. Ha aggiunto: “Puoi sentire il potere della tempesta quando lo guardi dall’alto. Stai al sicuro tutti! ” NASA / Nick Hague

Gli astronauti possono guardare grandi tempeste dall’alto:

- Prosegue dopo la pubblicità -
I temporali si riversano sul Mar Cinese Meridionale, il 29 luglio 2016. NASA

Possono persino scrutare gli occhi degli uragani.

Quando i Caraibi non sono afflitti dai cicloni, le Bahamas sono un’oasi blu calma dal punto di vista dell’astronauta.

L’astronauta Scott Kelly ha pubblicato questa foto delle Bahamas scattata dalla Stazione Spaziale Internazionale su Twitter il 19 luglio 2015 con la didascalia “#Bahamas, i tratti dei tuoi acquerelli sono sempre uno spettacolo rinfrescante. #YearInSpace.” NASA / Scott Kelly

Questo lago ghiacciato in Himalaya rivela un diverso tipo di oasi blu:

L’astronauta Scott Kelly ha pubblicato questa foto su Twitter con la didascalia “Cool lago ghiacciato in #Himalaya! #YearInSpace”, 6 gennaio 2016. NASA / Scott Kelly

Le eruzioni vulcaniche sono facili da vedere dallo spazio:

La mattina del 22 giugno 2019, gli astronauti nella ISS hanno catturato il pennacchio di ceneri e gas che si alzano dall’eruzione del vulcano Raikoke sulle Isole Curili nel Nord Pacifico. NASA

“Non molti artisti in questo mondo sono creativi come Madre Natura”, il comandante della ISS Alexander Gerst ha raccontato alla NASA di questa immagine:

La costa occidentale dell’Africa meridionale, catturata dalla ISS, aprile 2019. ESA / NASA-A.Gerst

L’aurora boreale è una delle opere d’arte più affascinanti della natura. Appare quando le particelle cariche elettricamente del sole si scontrano con ossigeno e azoto nell’atmosfera terrestre.

L’aurora boreale, o “aurora boreale”, sul Canada è avvistata dalla stazione spaziale vicino al punto più alto del suo percorso orbitale, il 15 settembre 2017. NASA / JSC

I residenti della ISS possono vedere lo stesso fenomeno dall’altra parte del globo: l’aurora australis.

L’Aurora Australis il 25 giugno 2017, come visto dalla Stazione Spaziale Internazionale. NASA

Anche le attività umane possono sembrare artistiche dall’alto – come questo lancio di un veicolo spaziale russo.

A bordo della Stazione Spaziale Internazionale, l’astronauta Christina Koch ha fotografato l’astronave Soyuz MS-15 che sale nello spazio dopo il suo lancio dal Kazakistan mercoledì 25 settembre 2019. NASA / Christina Koch

Poche persone hanno apprezzato queste opinioni: 239 persone di 19 paesi hanno visitato la ISS:

Scott Kelly ha pubblicato questa foto scattata dalla Stazione Spaziale Internazionale su Twitter il 23 settembre 2015 con la didascalia “#Buongiorno alla Città Santa della #Mecca #Makkah! #YearInSpace”. Scott Kelly / NASA / Wikimedia

Gli astronauti hanno condotto 223 passeggiate spaziali dall’apertura della stazione:


A volte è quando ottengono i migliori panorami:

L’astronauta Thomas Pesquet conduce una passeggiata spaziale a 259 miglia sopra l’Argentina il 13 gennaio 2017. ESA / NASA

Dietro di loro: il vuoto dello spazio:

L’astronauta Luca Parmitano conduce una passeggiata spaziale il 15 novembre 2019. NASA

Ma anche quel vuoto a volte offre splendide viste:

L’astronauta Scott Kelly ha pubblicato questa foto su Twitter il 9 agosto 2015 con la didascalia “Day 135. #MilkyWay. Sei vecchio, polveroso, gassoso e deformato. Ma bellissimo. Buona notte da @space_station! #YearInSpace”. NASA / Scott Kelly

“In orbita attorno alla Terra nell’astronave, ho visto per la prima volta quanto è bello il nostro pianeta”, disse Yuri Gagarin, il primo essere umano nello spazio, nel 1961. “Conserviamo e aumentiamo questa bellezza e non distruggerla.”

La Stazione Spaziale Internazionale stava orbitando per 257 miglia sopra l’Oceano Pacifico del Nord quando un membro dell’equipaggio ha fotografato questi schemi di nuvole a sud delle Isole Aleutine, il 28 aprile 2019. NASA

Questo articolo è stato scritto anche grazie al contributo di alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina https://www.facebook.com/GloboChanneldotcom/ è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/globochannel). Inoltre è possibile seguire tutte le news anche sul gruppo Whatsapp di GloboChannel.com cliccando sul seguente link d’invito.

error: Non sei autorizzato a copiare questo materiale. Per richieste e/o chiarimenti puoi scriverci.