Press "Enter" to skip to content

Salicornia: la pianta che troviamo al mare commestibile con Omega 3 e vitamine

Si tratta di una pianta che spesso troviamo sulle spiagge del Mediterraneo e che in molti casi viene trascurata, considerata come un’erbaccia dalla quale stare alla larga. Non tutti sono infatti consapevoli che questa pianta spontanea non solo risulta commestibile ma contiene al suo interno importanti proprietà nutrizionali:

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -

Parliamo della Salicornia (o Queller), pianta che contiene vitamine e sali minerabili paragonabili a quelle di altre verdure più famose, come l’asparago. Non a caso, seppur differente, questa pianta è anche nota con i nomi di “Finocchio Marino”, “fagiolo di mare” o “Asparago di Mare” a causa della sua presenza sulla sabbia marina o in prossimità di essa.  Anzitutto è opportuno ricordare che per Salicornia si intende genericamente un genere di piante appartenente alla famiglia delle Chenopodiaceae (o Amaranthaceae secondo la classificazione APG[1]). Le salicornie sono dotate di adattamenti peculiari che ne permettono l’insediamento su terreni salini o salmastri, e per questo sono dette piante alofite. Non tutte le specie esistenti sul pianeta risultano idonne all’alimentazione umana, tuttavia importante ricordare che alcune delle specie di Salicornia sono commestibili.[2]Sono piante annuali succulente che raggiungono altezze di statura comprese tra i 5 ed i 45 centimetri. Sono piante saline (alofite). Sono di colore verde, sporco rossastro o verde-giallo. In autunno, il queller assume un intenso colore rossastro, giallo in altre forme. Pur chiamandosi Eruoea, la specie risulta ad ampia diffusione nella regione mediterranea, ampiamente diffusa in Europa, Asia e America settentrionale, presso acquitrini salmastri o in prossimità di acque stagnanti. Una “foresta” di Salicornia Europea in Giappone nel periodo d’autunno sfoggia un singolare colore rossastro:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Lo stelo dipende dalla sottospecie più o meno eretta o ramificata prostrata, spessa carne smaltata con fogli ridotti in scaglie che bagna il gambo, per cui le piante appaiono articolate a struttura nodulare. Il periodo di fioritura si estende da giugno a settembre. Di regola, da uno a tre fiori sono affondati nelle depressioni tra una minuscola brattea e l’asse principale. I fiori estremamente poco appariscenti sono ermafroditi. Ci sono capsule di frutta formate dal Perigon spugnoso a forma di sacco sono avvolte. Sono anche chiamate estrattori di sale. La specie certamente commestibile è rappresentata dalla Salicornia europaea, per l’appunto comune sulle coste del Mediterraneo. Queste le proprietà nutrizionali:

- Prosegue dopo la pubblicità -

È una preziosa verdura selvatica con un sapore leggermente pepato e può essere consumata come alimento crudo , sbollentata o come inserto in aceto salato o come contorno. La giovane pianta viene raccolta a mano da maggio. Poiché le radici si estendono sia nell’acqua di mare che nell’argilla che racchiude la soluzione salina , gli asparagi di mare contengono nutrienti e minerali del mare e l’argilla mediatrice, ad esempio sodio , potassio , magnesio , zolfo , calcio , fosforo , ferro , zinco , manganese , rame . È anche una fonte naturale di iodio con un alto valore biologico. In passato, le ceneri del queller venivano utilizzate per fare il sapone. La pianta commestibile di Salicornia ha un apporto energetico considerevole, che si aggira intorno alle 65 kcal / 100 g con un rapporto di proteine oltre 13 g / 100 g, pochissimi carboidrati e pochissimi grassi di cui buona parte Omega3 (per intenderci, gli stessi che troviamo nel pesce). In una porzione di questa pianta si assume anche un discreto quantitativo di vitamine A e C mentre risultano del tutto assenti colesterolo, lattosio eglutine. Qui sotto una tabella nutrizionale della Salicornia Mediterranea per 100g.

Calorie 22;
Sodio 15,8 mg;
Carboidrati 0,5 g di cui 0,4 zuccheri;
proteine 2,2 g;
Vitamina A 2,2% F.M.G.;
Vitamina C 1,8% F.M.G.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Per una questione ecologica, comunque, sarebbe opportuno evitare la raccolta nelle aree naturali e comunque sia limitarne l’utilizzo per consentire la salvaguardia della specie e garantire il suo ruolo naturale nell’ecosistema marino e costiero. Grazie alla loro elevata tolleranza al sale, i gonfiori crescono già nell’area dell’inondazione e quindi contribuiscono all’attaccamento, nonché all’accumulo e al legame della materia sospesa. Questo processo, chiamato anche sedimentazione , porta gradualmente all’insabbiamento . Come alofite obbligatorie, i sweller sono pronunciate piante saline. Subiscono la più alta salinità di tutte le piante da fiore. In esperimenti di cultura, a differenza del samphire, è stata trovata erba di Andel o tridente su pavimenti senza sale con risposta stentata. [5] Il Queller usa la succulenza come strategia per tollerare i terreni salini. Un esempio in cucina viene descritto in questo video diffuso su YouTube:

 

- Prosegue dopo la pubblicità -

La succulenza è una strategia per diluire i sali ingeriti. L’acqua viene anche assorbita con gli ioni salini e nei grandi vacuoli salvato. Ciò impedisce un’eccessiva concentrazione intracellulare di sale. Il ciclo vegetativo del queller annuale termina quando la concentrazione di sale diventa letale. La pianta sovraccarica di sale diventa marrone in rosso, un sintomo di stress, e alla fine muore. I semi hanno bisogno di acqua fresca per germinare e quindi germinare solo dopo una pioggia o un’inondazione. Dopo la germinazione, la giovane pianta tollera la piena concentrazione di sale marino. Sino a 10.000 semi per pianta vengono rilasciati solo dopo la loro morte. Mantengono una lunga capacità di germinazione nel terreno (fino a 50 anni). Le piantine fresche si sviluppano in primavera. Le giovani piante crescono rapidamente. Ad agosto i fiori poco appariscenti sono spolverati dal vento. In molte circostanze, questa pianta risulta fonte di cibo per gli uccelli e anche per questo non va danneggiata. In ultimo, vogliamo lasciarvi con questo curioso filmato diffuso su YouTube:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Questo articolo è stato scritto anche grazie al contributo di alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina https://www.facebook.com/GloboChanneldotcom/ è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/globochannel). Inoltre è possibile seguire tutte le news anche sul gruppo Whatsapp di GloboChannel.com cliccando sul seguente link d’invito.

error: Non sei autorizzato a copiare questo materiale. Per richieste e/o chiarimenti puoi scriverci.