Press "Enter" to skip to content

Percebe (Pollicipes pollicipes), tutto ciò che c’è da sapere sul Piede di cornucopia consumato in alcune zone del mondo

Il Barnacle o Percebe in spagnolo, (Pollicipes pollicipes) è un cirripede crostaceo del Pollicipedidae famiglia che cresce sulle rocce battute dalle onde. Si nutre mediante filtrazione, poiché, a causa della loro mancanza di arti,  gli esemplari rimangono immobili attaccati alle rocce per tutta la loro vita adulta. Il balano adulto ha due parti chiaramente differenziate, la parte superiore o il capitolo e la parte inferiore o peduncolo, che sarebbe la parte che è fissata alla roccia:

- Prosegue dopo la pubblicità -

La parte superiore, il capitolo, è comunemente nota come l’unghia del cirriposto, a causa dell’aspetto che una serie di lastre calcaree di colore grigio-bianco gli danno. Questa unghia protegge l’animale dall’attacco di un possibile predatore e, d’altra parte, lo protegge dall’essiccarsi nei momenti di bassa marea in cui il livello dell’acqua scende e l’animale viene lasciato in aria. Che questa parte sia appositamente protetta non è una coincidenza: sotto queste placche compaiono la maggior parte degli organi vitali del cirriposto, in quello che è noto come prosoma del balano. Spiccano sei paia di cirri e la bocca, il primo anello dell’apparato digerente dell’animale. I cirri fungono da appendici mobili la cui funzione è catturare il cibo dal mezzo e trasportarlo alla bocca. Si ritiene che originariamente si comportassero come gambe che permettevano all’animale di muoversi:

- Prosegue dopo la pubblicità -
KONICA MINOLTA DIGITAL CAMERA

Il capitolo presenta tre movimenti responsabili del coordinamento dell’alimentazione del balano. Un branco muscoloso, il cirrale, è responsabile del movimento della ricerca e della cattura del cibo dei cirri; Un altro gruppo di muscoli è incaricato di sollevare il prosoma per poter estendere i cirri all’esterno dell’unghia e quindi facilitare la sua funzione, e un terzo muscolo, il laterale, consente al prosoma di flettersi e facilita il trasporto del cibo in bocca. D’altra parte, il capitolo ha un altro muscolo, l’adduttore, che consente di aprire e chiudere l’unghia, facilitando il funzionamento dello speciale sistema circolatorio dei cirripedi, animali che non hanno un cuore.

- Prosegue dopo la pubblicità -

La funzione respiratoria è anche sviluppata nel capitolo. Attraverso la superficie del torace cattura l’ossigeno disciolto dall’acqua e, poiché ha una bassa capacità di trasporto dell’ossigeno, il balano deve svilupparsi in zone costiere rocciose fortemente battute dalle onde, quindi fortemente ossigenate. Il balano è un animale ermafrodito, quindi ogni individuo ha due sistemi riproduttivi: un maschio e una femmina. Il sistema riproduttivo maschile si trova nel prosoma. Consiste in una coppia di testicoli e un pene che si trova tra l’ultima coppia di cirri. Il sistema riproduttivo femminile si trova sul peduncolo ed è costituito da due ovaie. Sebbene si possa pensare, il balano non è in grado di auto-essere, perché per riprodurlo è necessario che intervengano due diversi individui, uno che agisce da maschio e l’altro da femmina. Per quanto riguarda il peduncolo, ha una forma cilindrica ed è coperto da una pelle forte. La sua flessibilità ti consente di contrarre, allungare e muoverti in qualsiasi direzione grazie all’azione di tre fasci muscolari. Questi movimenti, da un lato, facilitano l’alimentazione dei cirripedi, poiché consentono loro di orientarsi nella direzione della corrente e, dall’altro lato, rivestono grande importanza quando si tratta di riproduzione, facilitando l’approccio dell’apparato riproduttivo dei due adulti coinvolti nei rapporti.

- Prosegue dopo la pubblicità -

La ghiandola di cemento appare anche sul peduncolo. Al momento della fissazione del cirriposto nel substrato roccioso, questa ghiandola secerne un cemento che si solidifica all’esterno contribuendo a una forte adesione dell’animale al substrato. Le dimensioni del peduncolo, contrariamente a quanto si ritiene, non sono direttamente correlate all’età dell’animale, poiché sia ​​il suo spessore che la sua lunghezza sono variabili a seconda dello stato di rilassamento dei muscoli e, soprattutto, del luogo in cui Vive i barnacoli (più spessi e più corti in zone più battute dal mare, cirripedi più sottili e più lunghi situati in fessure o in punti in cui la corrente dell’acqua li colpisce lateralmente). Molte specie di cirripedi hanno i peni più grandi, in proporzione al corpo, nell’intero regno animale. Il periodo riproduttivo del balano in Galizia inizia a marzo e termina a settembre. Tra febbraio e marzo, il 10-20% dei cirripedi adulti esegue copulazione, ma è il secondo periodo riproduttivo, all’inizio dell’estate, a cui partecipa la stragrande maggioranza della popolazione adulta.

Le larve rilasciate alla schiusa sono incorporate nel plancton marino e dopo aver superato sette stadi larvali presenteranno una struttura che permetterà loro di aderire al substrato in un processo chiamato fissazione. L’intero processo, dalla schiusa della larva alla sua fissazione come un giovane, richiede circa due mesi. Questa fissazione non è ancora quella definitiva, questo si verifica un paio di mesi dopo ed è da qui quando inizia lo sviluppo del balano. Si stima che occorrano circa sei mesi per raggiungere la dimensione commerciale (25 mm di larghezza del capitolo, 4 cm di lunghezza). È importante sapere che la maturità sessuale raggiunge una lunghezza inferiore, quindi non avrebbe ancora un interesse commerciale per i cirripedi e consentire loro di accoppiarsi e generarsi prima della loro estrazione. Questo problema, così importante e dannoso in altre specie marine, non presenta tali complicazioni qui.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Presenta il nauplio vivente, che si sviluppa in una larva di cipresso quando diventa adulto. Entrambi sono pelagici e appartengono, durante questa fase della loro vita, al plancton (in particolare al meroplancton ). È distribuito sulle coste del Perù , Isole britanniche , Francia , Spagna continentale , Portogallo , Isole Canarie (Spagna), Capo Verde e Senegal . 2 Si trova anche raramente nel Mar Mediterraneo . 3 È sfruttato principalmente dal nord della Spagna ( Galizia , Asturie , Cantabria e Paesi Baschi ), Portogallo e Francia (soprattutto nella Belle Île ), essendo la costa galiziana uno dei migliori posti per questa specie, che costituisce un prodotto tipico del suo la gastronomia . È raccolto manualmente sulle rocce situate nella zona intercotidale degli estuari , scogliere , isole , ecc., Con un rischio considerevole per gli operatori, localmente chiamati balani in galizianoo lanpernariak in basco . In tutto il Mar Cantabrico , il balano è una pesca con un numero significativo di molluschi.

Il modo più comune di consumare i cirripedi è cucinarli in acqua salata, preferibilmente acqua di mare, per soli due minuti, arricchendo la cottura con una foglia di alloro . Possono anche essere fritti alla griglia. La parte edibile è quella che forma il peduncolo. Il suo equivalente commestibile americano è il picoroco. In Europa , fino all’età moderna, si riteneva che alcune specie di oche (quelle del genere Branta ) fossero la metamorfosi matura dei cirripedi (entrambi i cirripedi e questi uccelli venivano chiamati in inglese ); Questo è stato uno dei modi in cui le persone hanno deriso il digiuno della carne durante la Quaresima , poiché secondo il cristianesimo in quel periodo l’unica carne che si può mangiare è quella di pesce e crostacei . In questo modo, gli uccelli hanno chiamato allo stesso modo e persino, in alcune occasioni, altri simili ( oche, Anatre ) sono stati classificati come pesci. Tra gli argomenti di una così curiosa tassonomia c’era il fatto che i cirripedi hanno appendici che ricordano le piume.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Questo articolo è stato scritto anche grazie al contributo di alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina https://www.facebook.com/GloboChanneldotcom/ è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/globochannel). Inoltre è possibile seguire tutte le news anche sul gruppo Whatsapp di GloboChannel.com cliccando sul seguente link d’invito.

- Prosegue dopo la pubblicità -

error: Non sei autorizzato a copiare questo materiale. Per richieste e/o chiarimenti puoi scriverci.