Press "Enter" to skip to content

Una bambina messicana di 8 anni vince il premio di scienze nucleari per aver inventato uno scaldabagno solare

Cultura Colectiva ha riferito che Xóchitl Guadalupe Cruz, una bambina di 8 anni dal Messico (Chiapas), è stata premiata con l’Istituto di scienze nucleari dell’UNAM per aver creato un dispositivo, totalmente a energia solare, in grado di riscaldare l’acqua. Questo dispositivo utilizza materiali riciclati e riciclabili. L’invenzione di Xóchitl potrebbe sembrare un po ‘superflua per i aaesi industrializzati’, ma nella sua comunità, l’unica fonte di acqua calda è tagliare e bruciare i tronchi che non solo rilasciano fumi nell’ambiente ma portano anche alla deforestazione.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Xóchitl ama partecipare a progetti e concorsi scientifici e si è affrettata a utilizzare la sua conoscenza della tecnologia per realizzare cambiamenti, prima a casa e presto in tutto il mondo.
Questo scaldacqua a energia solare ha il potenziale per aiutare milioni di persone in tutto il mondo che dipendono ancora dalla legna per il riscaldamento dell’acqua.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Salverà l’ambiente offrendo agli utenti il ​​comfort di un bagno caldo in una mattina d’inverno. La sua famiglia ha installato il suo dispositivo sul tetto della loro casa e serve a fornire acqua calda per la sua casa. Ma questa bambina intelligente fa sempre il bagno molto rapidamente, perché anche il suo fratellino ha bisogno di acqua calda per fare il bagno.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Fonte: truththeory.com

- Prosegue dopo la pubblicità -

Questo articolo è stato scritto anche grazie al contributo di alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina https://www.facebook.com/GloboChanneldotcom/ è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/globochannel). Inoltre è possibile seguire tutte le news anche sul gruppo Whatsapp di GloboChannel.com cliccando sul seguente link d’invito.

error: Non sei autorizzato a copiare questo materiale. Per richieste e/o chiarimenti puoi scriverci.