Press "Enter" to skip to content

Trasforma un litro di acqua di mare in acqua potabile in meno di un’ora, ecco come funziona il dissalatore portatile

Una delle principali lamentele relative all’uso di desalinizzatori riguarda l’alto costo. Ma la società londinese Hydro Wind Energy ha sviluppato un dispositivo economico che può essere trasportato ovunque tu vada:

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -

Chiamato QuenchSea, il dispositivo pesa meno di un chilo, ma è in grado di trasformare circa un litro di acqua di mare in acqua potabile in appena un’ora. Idealmente, la capacità è di fino a tre litri di acqua all’ora. Oltre all’ultraleggero, il suo design compatto – che ricorda un mimeografo – consente di trasportarlo facilmente. Ciò garantisce la sicurezza idrica nelle aree remote. Sviluppato per marinai, campeggiatori e anche come risorsa di emergenza per i viaggiatori, il dissalatore può essere ordinato sul sito web di Indiegogo per 54 sterline (poco meno di 60 euro):

- Prosegue dopo la pubblicità -

La desalinizzazione è un processo di trattamento dell’acqua che rimuove i sali minerali in eccesso. Questo può essere fatto in due modi: mediante distillazione termica o per osmosi inversa. Il metodo scelto da Hydro Wind Energy è stato quello di utilizzare una piccola membrana per l’osmosi inversa. Oltre alla membrana, il dispositivo ha un piccolo sistema idraulico interno, tripla filtrazione e una leva manuale. Cioè, sarà necessario utilizzare l’energia umana per il funzionamento del dissalatore portatile – nonostante il filtro iniziale rimuova già la maggior parte dei sedimenti e delle particelle. QuenchSea promette di eliminare sali minerali, virus, batteri, parassiti e persino microplastiche presenti nell’acqua. La vita delle membrane varia in base a diverse condizioni, tra cui pressione, qualità e temperatura dell’acqua. Ma sostituirli costa solo dieci dollari. Un video illustra nei dettagli il funzionamento dell’innovativo dispositivo portatile:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Ad ogni acquisto di un dispositivo, viene donata un’altra unità. Il produttore promette di donare 100 milioni di unità entro il 2027 a organizzazioni umanitarie partner. Un obiettivo ambizioso in un mondo in cui, secondo un rapporto dell’OMS e dell’UNICEF, circa 2,2 miliardi di persone non dispongono di servizi idrici gestiti in sicurezza . Questo problema è diventato ancora più evidente con la pandemia. Il semplice lavaggio delle mani, con acqua e sapone, non è accessibile a migliaia di persone che vivono in condizioni di totale mancanza di accesso all’acqua o con tagli ricorrenti all’approvvigionamento idrico, come nel caso delle periferie brasiliane. In Brasile, un progetto di dissalazione solare a basso costo è stato assegnato come la migliore tecnologia sociale dalla Fondazione Banco do Brasil (FBB), controlla: il dissalatore a basso costo garantisce l’acqua potabile nella regione semiarida. Con la consegna prevista dal mese di febbraio 2021, per ora, il prodotto sarà fabbricato solo nel Regno Unito, negli Stati Uniti e in Asia. Per informazioni sull’importazione, consultare il sito Web dell’azienda.

Questo articolo è stato scritto anche grazie al contributo di alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina https://www.facebook.com/GloboChanneldotcom/ è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/globochannel). Inoltre è possibile seguire tutte le news anche sul gruppo Whatsapp di GloboChannel.com cliccando sul seguente link d’invito.

- Prosegue dopo la pubblicità -

 

error: Non sei autorizzato a copiare questo materiale. Per richieste e/o chiarimenti puoi scriverci.