Press "Enter" to skip to content

Il lupo dalla criniera, animale di origini preistoriche che rischia l’estinzione

Mähnenwolf / Maned Wolf (Chrysocyon brachyurus)

- Prosegue dopo la pubblicità -

Il crisocione o lupo dalla criniera (Chrysocyon brachyurus) è un canide cerdocionino del Sudamerica. È l’unica specie del genere Chrysocyon. Studi recenti hanno dimostrato che il crisocione non è strettamente imparentato con i canidi diffusi attualmente: rappresenterebbe perciò una delle specie “sopravvissute” dei grandi mammiferi sudamericani del Pleistocene. Nonostante questa capacità di sopravvivenza, la specie oggi rischia l’estinzione a causa delle attività umane:

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -

Le banconote sono uno dei maggiori promotori della fauna brasiliana. Dal 1994, con l’emergere della sensibilità, il governo locale ha stampato immagini d animali che popolano la biodiversità del paese. Ora, per la nota R $ 200 annunciata, che la Banca Centrale metterà in circolazione ad agosto, l’immagine scelta è quella del Lobo-Guará (è il nome latino utilizzato per indicare questo animale) che rappresenta il più grande canino sudamericano e tipico del Cerrado. “Il lupo dalla criniera è forse la specie più iconica del bioma Cerrado. È un animale da sempre associato all’immagine dei vasti campi e delle savane permeati dagli splendidi sentieri che compongono i paesaggi speciali del Brasile centrale. È molto importante associare il nostro patrimonio naturale a simboli di valore, ma questo deve essere associato alla consapevolezza che per sopravvivere hanno bisogno di preservare il loro habitat naturale ”, avverte Reuber Brandão, membro di RECN – Network of Specialists in Nature Conservation e professore associato dell’Università di Brasilia:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Elegante e discreto, il lupo dalla criniera (Chrysocyon brachyurus) è il più grande canide selvaggio del Sud America, secondo le stime che in Brasile ci sono circa 24 mila individui, molti dei quali vivono nel Cerrado. Si possono ancora trovare, in numero minore, nella Foresta Atlantica, nel Pantanal e nella Pampa. Il lupo dalla criniera appare nell’elenco delle specie in pericolo del Ministero dell’Ambiente, nella categoria dei vulnerabili, e dipende dal mantenimento dei suoi ambienti naturali per continuare ad esistere. Il compromesso dei loro habitat è associato alla crescita delle cosiddette aree antropizzate (dove la natura è influenzata dall’uomo). Oltre al degrado ambientale che influisce direttamente sul mantenimento della vita in questi luoghi, l’avanzato disordinato delle attività umane sul Cerrado e sui centri urbani porta alla perdita di habitat, all’aumento della caccia, al travaso e alla diffusione di malattie dal contatto con i cani. domestico. Si stima che circa la metà dell’area originale di Cerrado sia già stata distrutta. Anche gli incendi boschivi, le infrastrutture per l’energia idroelettrica e la domanda di carbone per l’industria siderurgica minacciano il bioma.

“Dobbiamo capire che esiste una differenza tra valore e grandezza. Nonostante la scelta delle specie per illustrare le nuove fatture reali, il valore di questi organismi e della natura brasiliana è immensamente superiore al valore nominale del denaro. In questo caso, la grandezza si traduce in misure efficaci per la protezione del patrimonio naturale immenso, insostituibile e unico. È attribuire valore alla conservazione della biodiversità, al bioma Cerrado, alle Unità di conservazione della protezione integrale e all’iconico ed elegante lupo dalla criniera ”, afferma Brandão.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Il lupo dalla criniera ( Chrysocyon brachyurus ) può raggiungere fino a un metro di altezza e pesare 30 chili. La sua pelliccia rosso-arancio, oltre alla sua bellezza, le dà alcuni soprannomi, come il lupo della criniera e il lupo rosso. La sua gestazione dura poco più di due mesi, con una media di due cuccioli. Libero in natura, vive per circa 15 anni. Oltre al Brasile, si trova in Argentina, Bolivia, Paraguay, Perù e Uruguay. Ha un comportamento discreto, solitario e poco offensivo, preferendo stare lontano dagli umani. In generale, può nutrirsi di animali di grandi dimensioni, come il cervo contadino o di quelli piccoli, come roditori, armadilli e pernici, oltre ai tipici frutti Cerrado, come l’araticum ( Annona crassiflora ) e lobeira ( Solanum lycocarpum ), fungendo da importante dispersore di semi.

Questo articolo è stato scritto anche grazie al contributo di alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina https://www.facebook.com/GloboChanneldotcom/ è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/globochannel). Inoltre è possibile seguire tutte le news anche sul gruppo Whatsapp di GloboChannel.com cliccando sul seguente link d’invito.

- Prosegue dopo la pubblicità -

error: Non sei autorizzato a copiare questo materiale. Per richieste e/o chiarimenti puoi scriverci.