Press "Enter" to skip to content

Desideri stare a contatto con la natura? Il tuo microbioma intestinale potrebbe essere il responsabile di questo desiderio.

Dopo alcuni mesi trascorsi in casa con solo il tuo nucleo famigliare accanto potresti desiderare aria fresca, il canto degli uccelli e il profumo di una pineta. Una nuova teoria chiamata ” l’effetto Lovebug “ suggerisce che potrebbe esserci un conducente posteriore nei nostri sogni ad occhi aperti di vacanze nella natura e passeggiate nei boschi: il microbioma intestinale .

- Prosegue dopo la pubblicità -

Gli esseri umani hanno un’innata tendenza a cercare e trascorrere del tempo in ambienti naturali, ma non siamo ancora sicuri del perché. Un nuovo articolo pubblicato sulla rivista Science of The Total Environment suggerisce che la nostra sete di natura potrebbe essere guidata dalla vita microscopica in agguato nelle fessure più profonde e oscure dell’intestino.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Anche se sembra chiaro che traiamo beneficio dall’avere la spinta a trascorrere del tempo nella natura, le ragioni esatte alla base del comportamento di ricerca della natura non sono state risolte” , dice a Mental Floss l’ autore senior Martin Breed , docente di biologia alla Flinders University. “The Lovebug Effect è un pezzo concettuale che affronta questo problema attingendo a lavori recenti su come i microbi influenzano il comportamento.”

- Prosegue dopo la pubblicità -


L’intestino umano ospita trilioni di batteri, funghi e virus. Collettivamente, questi microbi costituiscono il microbioma intestinale, che orchestra l’ armonia omeostatica tra le funzioni essenziali per la salute. La comunicazione intestino-cervello media il metabolismo , la funzione del sistema immunitario e l’ appetito e potrebbe persino spiegare quel divino sussulto di farfalle nello stomaco. L’effetto Lovebug teorizza che la comunicazione intestino-cervello guida anche comportamenti di ricerca della natura.

I microbi in un ambiente intestinale che sono affamati di contatto con il microbiota ambientale potrebbero dirottare i percorsi neurali tra il cervello e l’intestino per guidare il comportamento di ricerca della natura” , dice a Mental Floss il primo autore Jake Robinson , ecologo e ricercatore sulla salute planetaria presso l‘Università di Sheffield . In altre parole, i tuoi microbi intestinali desiderano ardentemente le loro controparti esterne e dicono al tuo cervello di andarle a trovare.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Ora ci sono prove abbastanza solide dagli studi sugli animali che i microbi possono intercettare il crosstalk intestino-cervello attivando il nervo vago e i neuroni simpatici attraverso il loro rilascio di neurotrasmettitori chiave , come la serotonina, la dopamina e il GABA. Breed dice che quando il microbioma manca di diversità, le sostanze chimiche che rilascia potrebbero avere un effetto sul cervello che si manifesta come una sete di natura.

Una volta che siamo immersi nei grandi spazi aperti, siamo letteralmente bombardati dal microbiota ambientale: un ditale pieno di suolo contiene miliardi di microbi, molto più di quanti siano gli esseri umani sul pianeta Terra. Secondo l’effetto Lovebug, questa abbondanza di microbiota ambientale significa che il nostro microbioma intestinale ha innumerevoli scelte quando si tratta di selezionare quali microbi propagare.

E le sensazioni che proviamo immersi nella natura offrono tanti motivi per ritornarci. Chi non ama l’odore della pioggia fresca? Questo profumo seducente, petrichor , viene prodotto quando la pioggia colpisce le spore batteriche nel terreno. Breed e Robinson affermano che questi tipi di preferenze sensoriali potrebbero essere sottoprodotti di un’antica connessione di natura e prove della nostra coevoluzione insieme al microbioma.

- Prosegue dopo la pubblicità -

A differenza dei parassiti che alterano il comportamento che di solito finiscono per uccidere animali ospiti zombificati, anche i microbi intestinali che stimolano comportamenti di ricerca della natura andrebbero a beneficio dell’ospite umano. L’esposizione pratica ai microbi del suolo può rafforzare il sistema immunitario e l’aria fresca di campagna offre una diversità microbica che evita l’ accumulo di microbi dannosi. Anche la salute mentale potrebbe trarne beneficio; gli squilibri del microbioma intestinale sono stati collegati a disturbi psichiatrici, tra cui depressione e ansia .

Quando è affamato di ambienti naturali, tuttavia, il microbioma intestinale trova un modo per far fronte. Marco Candela, professore associato presso l’Università di Bologna, ha scoperto che gli squilibri del microbioma intestinale nell’equipaggio isolato della simulazione del viaggio su Marte , Mars500 , sono stati normalizzati attraverso un processo di “ adattamento microbico “. “Le riduzioni del batterio Faecalibacterium prausnitzii produttore di butirrato sono state compensate da aumenti di altri microrganismi produttori di butirrato”, dice Candela a Mental Floss. Ciò significa che i microbi sostituiscono prontamente le funzioni di quelli in diminuzione.

Un’altra questione aperta è in che modo l’alterazione del comportamento dell’ospite potrebbe giovare al microbioma intestinale quando i microbi all’interno sono in competizione tra loro. “La maggior parte degli studi sugli animali ha dimostrato l’effetto di un singolo microrganismo sul comportamento, ma il microbiota intestinale è un ecosistema“, afferma Candela. “È un argomento affascinante, ma ha bisogno di maggiori conferme negli esseri umani.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Per dimostrare se l’effetto Lovebug è più che una semplice speculazione, i ricercatori dovranno probabilmente esaminare la relazione tra la connessione con la natura e la diversità microbica e individuare i meccanismi alla base del controllo comportamentale del microbioma. Oltre a stimolare la curiosità, l’effetto Lovebug serve a ricordarci la nostra connessione profonda con il mondo naturale e che è nel nostro migliore interesse conservarlo.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Fonte: mentalfloss.com

Questo articolo è stato scritto anche grazie al contributo di alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina https://www.facebook.com/GloboChanneldotcom/ è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/globochannel). Inoltre è possibile seguire tutte le news anche sul gruppo Whatsapp di GloboChannel.com cliccando sul seguente link d’invito.

error: Non sei autorizzato a copiare questo materiale. Per richieste e/o chiarimenti puoi scriverci.