Press "Enter" to skip to content

Cina: batterio sfugge da laboratorio per vaccini, almeno 3.200 persone ammalate di brucellosi

Migliaia di persone nel nord-ovest della Cina sono risultate positive a una malattia batterica dopo una perdita da un impianto biofarmaceutico di proprietà statale che produce vaccini per animali:

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -

Funzionari sanitari della città di Lanzhou hanno detto che 3.245 persone hanno contratto la brucellosi, una malattia spesso causata dal contatto ravvicinato con animali infetti o  che può provocare febbre, dolori articolari e mal di testa. Altre 1.401 persone sono risultate positive per la prima volta alla malattia e  affermato che finora non c’erano prove di trasmissione da persona a persona. Le autorità cinesi hanno scoperto che ad una pianta biofarmaceutica era stato somministrato del disinfettante scaduto nella sua produzione di vaccini per animali contro alcuni batteri del genere Brucella tra i mesi di luglio e agosto dello scorso anno, il che significa che i batteri sono stati introdotti acciedentalmente nello scarico della sua fabbrica. Il gas contaminato dalla fabbrica biofarmaceutica China Animal Husbandry Lanzhou di Lanzhou ha causato l’esalazione di aerosol contenenti i batteri, che sono stati poi trasportati dal vento dall’Istituto di ricerca veterinaria di Lanzhou, infettando quasi 200 persone a dicembre dello scorso anno. Secondo l’agenzia di stampa Xinhua, anche più di 20 studenti e docenti dell’Università di Lanzhou, alcuni dei quali erano stati all’istituto, sono risultati positivi al contagio:

- Prosegue dopo la pubblicità -

La commissione sanitaria di Lanzhou ha detto venerdì che pecore, bovini e maiali sono stati i soggetti più comunemente coinvolti nella diffusione dei batteri. Secondo i Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie, la trasmissione da persona a persona della brucellosi è “estremamente rara“, ma alcuni sintomi possono ripresentarsi o non scomparire mai. Questi includono febbri ricorrenti, stanchezza cronica, gonfiore del cuore o artrite. Alla fabbrica, che si è scusata all’inizio di quest’anno, è stata revocata la licenza di produzione del vaccino contro la brucellosi, hanno detto le autorità di Lanzhou. Secondo le autorità locali, il risarcimento per i pazienti inizierà in lotti da ottobre 2020.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Questo articolo è stato scritto anche grazie al contributo di alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina https://www.facebook.com/GloboChanneldotcom/ è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/globochannel). Inoltre è possibile seguire tutte le news anche sul gruppo Whatsapp di GloboChannel.com cliccando sul seguente link d’invito.

error: Non sei autorizzato a copiare questo materiale. Per richieste e/o chiarimenti puoi scriverci.