La Tasmania vive solo con il 100% di energia rinnovabile, come l’hanno gestita?

Il governo della Tasmania ha dichiarato di essere diventato il primo stato australiano, e uno dei pochi al mondo, ad essere alimentato al 100% da elettricità rinnovabile. In una dichiarazione rilasciata venerdì, il ministro dell’Energia della Tasmania Guy Barnett ha affermato che lo stato è diventato autosufficiente per la fornitura di elettricità rinnovabile , fornita dai progetti eolici e idroelettrici dello stato. “Abbiamo raggiunto il 100% grazie alle nostre principali politiche energetiche nel paese e rendendo la Tasmania un luogo attraente per gli investimenti industriali, che a sua volta sta creando posti di lavoro in tutto lo stato“, dice Guy Barnett.

La Tasmania possiede da tempo una delle forniture di elettricità più verdi dell’Australia, con le significative risorse idroelettriche dello stato che forniscono la maggior parte dell’energia. La storia della Tasmania con l’energia idroelettrica risale al 1895, con la Duck Reach Power Station di Launceston che è diventata la prima centrale idroelettrica di proprietà pubblica nell’emisfero australe. La Tarraleah Power Station è una centrale idroelettrica di pompaggio in Tasmania, Australia. La Tasmania faceva affidamento anche sulla produzione di gas e carbone. Tuttavia, con la crescita dell’energia eolica nello stato, la Tasmania ha ridotto la sua dipendenza dai combustibili fossili e ora può soddisfare tutte le sue esigenze da fonti rinnovabili .

- Prosegue dopo la pubblicità -

Barnett ha detto che la Tasmania ha raggiunto la soglia del 100% delle energie rinnovabili con la messa in servizio di una delle più recenti turbine eoliche presso il parco eolico di Granville Harbor in fase di sviluppo sulla costa occidentale dello stato. Quando le ultime due turbine saranno operative nel porto di Granville, la Tasmania avrà accesso a 10.741 GWh di capacità di generazione rinnovabile, ben al di sopra della domanda media annua di elettricità di 10.500 GWh.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Il parco eolico sta già dimostrando il suo valore come generatore sulla rete ed è una parte fondamentale dello sviluppo dello stato di nuove risorse energetiche rinnovabili per raggiungere l’obiettivo del 200% di rinnovabili entro il 2040. Lascia che il parco eolico di Granville Harbor sia un vero catalizzatore per la Tasmania per raggiungere il suo obiettivo di energia rinnovabile al 100% con due anni di anticipo è un risultato straordinario, di cui tutti coloro che sono coinvolti nel suo sviluppo dovrebbero essere molto orgogliosi. Lyndon Frearson, Project Manager per il parco eolico di Granville. La Tasmania si unisce a un club selezionato, insieme a paesi come Scozia, Islanda e Costa Rica che hanno anche effettuato la transizione all’elettricità rinnovabile al 100%.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Fonte: ecoinventos.com

- Prosegue dopo la pubblicità -

Questo articolo è stato scritto anche grazie al contributo di alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina https://www.facebook.com/GloboChanneldotcom/ è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/globochannel).

- Prosegue dopo la pubblicità -