Abbiamo portato esseri viventi sulla Luna per errore

SpaceIL [2] è un’organizzazione israeliana , fondata nel 2011, che stava partecipando al concorso Google Lunar X Prize (GLXP) per far atterrare un veicolo spaziale sulla Luna . [3] SpaceIL ha lanciato con successo il suo lander Beresheet il 22 febbraio 2019 alle 01:45 UTC ; è entrato nell’orbita lunare il 4 aprile 2019 alle 14:18 UTC . L’11 aprile 2019, durante la procedura di atterraggio, si è verificato un problema negli ultimi minuti di volo. Le comunicazioni con la navicella sono state perse, abbastanza a lungo perché il processo di frenata fallisse e il veicolo si è schiantato sulla superficie lunare. [4] [5] [6] The Beresheetla missione aveva incluso piani per misurare il campo magnetico della Luna nel sito di atterraggio e trasportava un retroriflettore laser e una ” capsula del tempo ” contenente informazioni analogiche e digitali, creata dalla Arch Mission Foundation . Beresheet è stato il primo veicolo spaziale israeliano a viaggiare oltre l’orbita terrestre ed è stato il primo atterraggio sulla Luna finanziato privatamente. [7] Sebbene la navicella spaziale si schiantasse, Israele divenne il settimo paese a compiere l’orbita lunare e il quarto paese, dopo l’ Unione Sovietica , gli Stati Uniti e la Cina a tentare un atterraggio morbido sulla Luna. [8] L’episodio potrebbe aver causato la prima forma di colonizzazione di creature terrestri sul suolo lunare. Tutto è cominciato quando NASA Lunar Reconnaissance Orbiter (LRO) ha sorvolato l’area in cui Beresheet s’ telemetria si è conclusa, e ha preso le foto della superficie. Quando quelle foto sono state confrontate con foto precedenti della stessa posizione, una serie di nuove funzionalità era ovvia. Una linea debole più chiara porta ad un alone più chiaro che circonda un cratere scuro. Un nodulo è visibile alla testa del cratere di fronte alla linea. L’alone leggero può essere un gas associato al relitto del velivolo o particelle di terreno fini sospinte verso l’esterno dall’impatto. [48]Si spera che un piccolo carico utile della NASA noto come Lunar Retroflector Array (LRA) possa essere sopravvissuto allo schianto, ma potrebbe essersi separato dal relitto rimanente. Lo strumento Lunar Orbiter Laser Altimeter (LOLA) sull’LRO sta emettendo immagini laser pulsate sul luogo dello schianto nella speranza di trovare l’LRA. [49] Nell’agosto 2019, gli scienziati hanno riferito che una capsula contenente micro-animali di origini terrestri era finita sul suolo lunare a seguito dello schianto:

 

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -

I tardigradi nel loro stato criptobiotico naturale, potrebbe essere sopravvissuti allo schianto e vissuti sulla Luna per un po’. Si tratta di animali microscopici che vivono in qualsiasi luogo della Terra e che hanno la capacità di adattarsi a climi e pressioni estreme, riuscendo a liofilizzare temporaneamente il proprio corpo in una specie di stadio di ibernazione che può durare anche 20 anni, in attesa del ritorno dell’acqua.  Nelle precedenti missioni spaziali, i tardigradi erano esposti al vuoto aperto dello spazio e alcuni erano in grado di vivere per un periodo di tempo. [50] [51] Non c’è alcun pericolo reale che si diffondano sulla Luna poiché, nonostante la loro capacità di adattamento, vengono comunque a mancare le caratteristiche dei loro habitat naturali, fatti di vegetazione, terra fertile ed acqua. [50]   Per capire meglio di che animaletti stiamo parlando, consigliamo a tutti di visionare questo interessante servizio diffuso alcuni anni fa dalla Rai:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Questo articolo è stato scritto anche grazie al contributo di alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina https://www.facebook.com/GloboChanneldotcom/ è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/globochannel).

- Prosegue dopo la pubblicità -

Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.