Press "Enter" to skip to content

Bastano gli UV-LED per uccidere il coronavirus in 30 secondi secondo studio di Tel Aviv

La prof. Hadas Mamane (a sinistra) e un esempio di strumento a raggi Uv-Led comunemente utilizzato e in vendita da anni

I ricercatori dell’Università di Tel Aviv (TAU) hanno dimostrato che il coronavirus può essere ucciso in modo efficiente, rapido ed economico utilizzando diodi a emissione di luce ultravioletta (UV) (UV-LED). Credono che la tecnologia UV-LED sarà presto disponibile per uso privato e commerciale:

- Prosegue dopo la pubblicità -

 

- Prosegue dopo la pubblicità -
Hadas Mamane con altri ricercatori (NDTV)

Questo è il primo studio condotto sull’efficienza di disinfezione dell’irradiazione UV-LED a diverse lunghezze d’onda o frequenze su un virus della famiglia dei coronavirus. Lo studio è stato condotto dal professoressa Hadas Mamane, capo del programma di ingegneria ambientale presso la scuola di ingegneria meccanica della TAU , Iby e la facoltà di ingegneria Aladar Fleischman . L’articolo è stato pubblicato nel numero di novembre 2020 del Journal of Photochemistry and Photobiology B: Biology . “Il mondo intero sta attualmente cercando soluzioni efficaci per disinfettare il coronavirus”, ha affermato il professor Mamane. “Il problema è che per disinfettare un autobus, un treno, un palazzetto dello sport o un aereo mediante irrorazione chimica, è necessaria manodopera fisica e, affinché l’irrorazione sia efficace, è necessario dare alla sostanza chimica il tempo di agire sulla superficie. I sistemi di disinfezione basati su lampadine a LED, invece, possono essere installati nel sistema di ventilazione e condizionatore, ad esempio, e sterilizzano l’aria aspirata e poi emessa nell’ambiente. Abbiamo scoperto che è abbastanza semplice uccidere il coronavirus utilizzando lampadine a LED che irradiano luce ultravioletta”, ha spiegato. “Abbiamo ucciso i virus utilizzando lampadine a LED più economiche e più prontamente disponibili, che consumano poca energia e non contengono mercurio come le normali lampadine. La nostra ricerca ha implicazioni commerciali e sociali, data la possibilità di utilizzare tali lampadine a LED in tutte le aree della nostra vita, in modo sicuro e rapido”. I ricercatori hanno testato la lunghezza d’onda ottimale per uccidere il coronavirus e hanno scoperto che una lunghezza di 285 nanometri (nm) era efficiente quasi quanto una lunghezza d’onda di 265 nm, che richiede meno di mezzo minuto per distruggere più del 99,9% del virus:

- Prosegue dopo la pubblicità -

coronavirus. Questo risultato è significativo perché il costo delle lampadine a LED da 285 nm è molto inferiore a quello delle lampadine da 265 nm e le prime sono anche più facilmente disponibili. Alla fine, con lo sviluppo della scienza, l’industria sarà in grado di apportare le modifiche necessarie e installare le lampadine in sistemi robotici o sistemi di condizionamento, aspirazione e acqua, e quindi essere in grado di disinfettare in modo efficiente grandi superfici e spazi. Il professor Mamane ritiene che la tecnologia sarà disponibile per l’uso nel prossimo futuro. È importante notare che è molto pericoloso provare a utilizzare questo metodo per disinfettare le superfici all’interno delle case. Per essere pienamente efficace, un sistema deve essere progettato in modo che una persona non sia direttamente esposta alla luce. In futuro, i ricercatori metteranno alla prova la loro combinazione unica di meccanismi di danno integrati e altre idee recentemente sviluppate sul danno combinato efficiente diretto e indiretto a batteri e virus su diverse superfici, aria e acqua. Lo studio è stato condotto in collaborazione con il professor Yoram Gerchman dell’Oranim College; Dr. Michal Mandelboim, Direttore del Centro nazionale per l’influenza e i virus respiratori presso il Centro medico Sheba di Tel HaShomer; e Nehemya Friedman di Tel Hashomer. Il documento di ricerca è disponibile sul sito web della rivista qui .


INFORMAZIONI SULL’UNIVERSITÀ TEL AVIV

- Prosegue dopo la pubblicità -

L’Università di Tel Aviv (TAU) è la più grande istituzione pubblica israeliana di istruzione superiore e ospita 30.000 studenti, inclusi 2.100 studenti internazionali provenienti da oltre 100 paesi. L’Università comprende nove facoltà, 35 scuole, 400 laboratori e ha 17 ospedali affiliati nella sua rete.

Fonte news: https://aftau.org/news_item/led-lights-found-to-kill-coronavirus-global-first-in-fight-against-covid-19/

Questo articolo è stato scritto anche grazie al contributo di alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina https://www.facebook.com/GloboChanneldotcom/ è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/globochannel).

- Prosegue dopo la pubblicità -

error: Non sei autorizzato a copiare questo materiale. Per richieste e/o chiarimenti puoi scriverci.